Pontassieve, sindacati di polizia manifestano nel paese di Renzi

Sindacati di Polizia protestano a Pontassieve dove abita il premier Renzi

Sindacati di Polizia protestano a Pontassieve dove abita il premier Renzi

FIRENZE – Protesta dei sindacati di Polizia a Pontassieve, il comune fiorentino dove abita il presidente del consiglio Matteo Renzi. I partecipanti sono stati circa un centinaio. In un primo tempo la manifestazione, che si è svolta stamani 3 dicembre, doveva svolgersi in piazza Vittorio Emanuele, a poca distanza dall’abitazione del premier, dove abitano la moglie Agnese e i figli. Da ultimo la questura di Firenze ieri ha fatto spostare il luogo nella più lontana piazza Mosca sostenendo, come hanno fatto sapere gli organizzatori del raduno sindacale che «la concentrazione incontrollata di persone a breve distanza dall’obiettivo sensibile» (la casa di Renzi) «può costituire utile occasione per le eventuali infiltrazioni di soggetti intenzionati a porre in essere azioni delittuose in danno del predetto obiettivo sensibile».

«Essere qui a Pontassieve non è una provocazione ma semplicemente l’estremo tentativo per dialogare con il presidente del Consiglio. Dovevamo essere ricevuti per legge a Palazzo Chigi e non siamo stati ricevuti. Dovevamo confrontarci con il governo, e non è stato possibile» ha detto Giorgio Innocenzi, segretario generale del sindacato autonomo di polizia Consap, che insieme a Sap e Coisp ha promosso la manifestazione. Riguardo alle richieste da fare a Palazzo Chigi, Innocenzi ha parlato in sintesi di «trattamento dignitoso per gli appartenenti alle Forze di Polizia e soprattutto di un investimento reale e concreto per l’equipaggiamento, per essere in grado di contrastare effettivamente il terrorismo e la criminalità».

 

Tags: , , ,

Lascia un commento

Logo Osservatore

Osservatore Libero

Oltre la Cronaca. News, report e commenti
Chi siamo

Seguici su:

Collegati

Previsioni Meteo a cura dell’Aeronautica Militare