Influenza aviaria in Francia: 8 paesi bloccano l’import di pollame

Casi di influenza aviaria negli allevamenti di polli in Francia

Casi di influenza aviaria negli allevamenti di polli in Francia

PARIGI – Almeno due focolai di influenza aviaria si sono registrati nel sud ovest della Francia. Il virus avrebbe già ucciso 22 di 32 polli presso una famiglia di Biras, nella dipartimento della Dordogna. Come riporta il quotidiano di Parigi Le Figaro, citando il ministero francese dell’agricoltura, almeno otto stati di Africa e Asia hanno sospeso le importazioni di pollame dalla Francia. Si tratta di Corea del Sud, Cina, Thailandia, Egitto, Algeria, Marocco e Tunisia. Tra questi anche il Giappone è il maggior importatore di «fois gras» dalla Francia.

La lista però non sarebbe ancora completa, secondo il direttore generale aggiunto dell’alimentazione Loïc Evain. Non include (ma non sin sa per quanto) gli altri 27 paesi dell’Unione europea né quelli del Golfo, tra cui l’Arabia Saudita tra i maggiori acquirenti di pollame francese.

L’aviaria è pericolosa e trasmissibile anche all’uomo. Fin dalla sua rinascita nel sudest asiatico alla fine del 2003, l’influenza aviaria ha ucciso 449 persone su 844 casi confermati, per lo più in Egitto, Indonesia e Vietnam, secondo l’ultimo rapporto dell’Organizzazione Mondiale della Sanità.

Per questo motivo, precauzionalmente – riferisce ancora Le Figaro – «il governo francese ha vietato l’esportazione di uova da cova, uccelli vivi e pulcini di un giorno provenienti dalla Dordogna».

 

Tags: , ,

Lascia un commento

Logo Osservatore

Osservatore Libero

Oltre la Cronaca. News, report e commenti
Chi siamo

Seguici su:

Collegati

Previsioni Meteo a cura dell’Aeronautica Militare