Accademia Navale: giurano i cadetti del 2015. L’«Amerigo Vespucci» pronta ad accoglierli (VIDEO)

I cadetti della 1ª classe dell'Accademia Navale 2015

I cadetti della 1ª classe dell’Accademia Navale 2015

LIVORNO – «Giuro di essere fedele alla Repubblica italiana, di osservarne la Costituzione e le leggi e di adempiere con disciplina ed onore ai doveri del mio Stato, per la difesa della Patria e la salvaguardia delle libere istituzioni. Lo giurate voi?». Così l’ammiraglio Maurizio Ertreo, comandante dell’Accademia Navale si è rivolto a 104 giovanissimi allievi del 1° anno. E in coro stamani 5 dicembre tutti hanno risposto «Lo giuro». Sono i cadetti della 1ª classe, al comando del capitano di Corvetta Francesco Marzi, che nella prossima estate 2016 affronteranno il battesimo del mare durante la campagna di istruzione di due mesi a bordo di un’unità della Marina. Che con tutta probabilità sarà proprio la Nave Scuola per eccellenza, l’«Amerigo Vespucci» che proprio in queste settimane a La Spezia sta ultimando i lunghi lavori di ristrutturazione iniziati nel 2013. Da gennaio, al massimo febbraio 2016, «il più bel veliero del m,ondo» com’è chiamato il Vespucci, dovrebbe ricominciare a riprendere il mare per prove tecniche ed essere quindi pronto entro l’inizio dell’estate.

Alla cerimonia di oggi era presente, per il governo, il sottosegretario alla Difesa Gioacchino Alfano («il nostro pensiero –ha detto- abbracci, con tutto il nostro affetto e il nostro sostegno, anche i Fucilieri Massimiliano Latorre e Salvatore Girone») accolto dal capo di stato maggiore della Difesa generale Claudio Graziano e da quello della Marina Ammiraglio Giuseppe De Giorgi (scarica qui il testo del suo intervento). Diverse centinaia gli ospiti, soprattutto i familiari degli allievi di tutte le classi, arrivati per l’occasione da ogni parte d’Italia.

Ma l’ospite forse più importante, e più discreto, era la Nave Maestrale quasi in silenzio alla fonda davanti all’Accademia durante il giuramento. Pochi giorni ancora e la Fregata Maestrale (la più anziana della classe «venti») della farà rotta verso La Spezia, dove il 15 dicembre ufficialmente lascerà la Squadra Navale, per essere avviata alla radiazione dopo ben 33 anni di servizio in mare. La bandiera di Nave Maestrale ha sfilato tra gli applausi nel piazzale dell’Accademia vista con nostalgia da quanti ufficiali, sottufficiali e truppa vi hanno fatto servizio.

VIDEO

(reindirizzamento provvisorio su questo link

 

PREMI E RICONOSCIMENTI

Sono state consegnati 5 riconoscimenti ad altrettanti militari che si sono distinti nelle loro attività. Ecco i nomi. Medaglia d’argento al Valor di Marina al capitano di fregata Maurizio Albini e medaglia di bronzo al Valor di Marina al tenente di vascello Andrea Bonsignori: entrambi capi equipaggio di elicotteri, si sono si sono particolarmente distinti nelle operazioni di salvataggio di passeggeri ed equipaggio della motonave «Norman Atlantic» incendiata e alla deriva nel Canale di Otranto nel dicembre 2014.

Medaglia d’argento al Merito di Marina al capitano di fregata Roldano Lamberti per l’attività svolta come Comandante del battaglione di manovra di stanza nella valle del Gulistan, in Afghanistan, dal settembre 2011 al febbraio 2012.

Medaglia di bronzo al Merito di Marina al Capitano di fregata Bruno Rocca, intervenuto alla guida del team di subacquei della Marina nelle ricerche dei dispersi della nave Costa Concordia davanti all’Isola del Giglio nel gennaio 2012.

Significativa anche la consegna del premio annuale per l’attitudine militare. È il riconoscimento che viene conferito annualmente in ciascuna Accademia Militare all’allievo che ha ottenuto la più alta votazione per l’attitudine professionale al termine della seconda classe del corso normale. Quest’anno è andato all’aspirante guardiamarina 3^ classe Marzio Pratellesi, 21 anni di Firenze, che ha frequentato la 2ª classe nell’anno accademico 2014/2015 ottenendo il massimo dei voti.

Dopo la cerimonia applauditissima sfilata delle sette compagnie allievi lungo il viale all’interno dell’Accademia e, nel pomeriggio, concerto della Fanfara dell’Accademia Navale sulla terrazza Mascagni diretta dal luogotenente maestro Franco Impalà. Applaudita esibizione anche del plotone di fucilieri del Plotone di alta rappresentanza del 3° Reggimento san Marco.

 

FOTOGALLERY

[widgetkit id=542]

 

 

Tags:

Sandro Addario

Sandro Addario

Lascia un commento

Logo Osservatore

Osservatore Libero

Oltre la Cronaca. News, report e commenti
Chi siamo

Seguici su:

Collegati

Previsioni Meteo a cura dell’Aeronautica Militare