Isola del Giglio, muore un sub sugli scogli dove naufragò la Concordia

Il luogo della tragedia al Giglio

Il luogo dove è morto il sub all’Isola del Giglio

ISOLA DEL GIGLIO (GR) – Un sub di 44 anni, Alessandro Fiordiponti di Roma, è morto oggi dopo un’immersione all’isola del Giglio. La tragedia è successa poco dopo le 11 davanti alla Punta del Lazzaretto, nei pressi di Giglio Porto, a pochissima distanza dal luogo del naufragio della Nave Concordia. Secondo quanto ricostruito il sub si sarebbe sentito male dopo la risalita al termine di un’immersione con altre 7 persone, accusando problemi cardio respiratori. Era in vacanza da due giorni al Giglio e sarebbe rientrato a casa stasera.

Subito soccorso, Fiordiponti è stato trasportato ancora vivo sugli scogli e sottoposto a un massaggio cardiaco. Sono intervenuti anche un medico iperbarico della società Micoperi di Ravenna (che sta effettuando la pulizia dei fondali del Giglio dopo il naufragio della nave Concordia) e subito dopo l’elicottero Pegaso 2 del 118 da Grosseto, che è atterrato proprio sulla Punta del Lazzeretto: ma ormai per il sub romano non c’era più niente da fare.

Tra i primi ad intervenire sul posto il sindaco di Isola del Giglio Sergio Ortelli. L’attrezzatura subacquea è stata posta sotto sequestro dalla locale Autorità Marittima e dai Carabinieri in attesa delle disposizioni della Magistratura, anche se verrebbe escluso un cattivo funzionamento delle bombole (noleggiate presso un centro diving dell’isola) in quanto le altre persone che si erano immerse non hanno avuto conseguenze.

 

Tags: ,

Lascia un commento

Logo Osservatore

Osservatore Libero

Oltre la Cronaca. News, report e commenti
Chi siamo

Seguici su:

Collegati

Previsioni Meteo a cura dell’Aeronautica Militare