Condannato dalla Corte dei Conti l’ex prefetto di Livorno

Corte dei Conti

La sede della Corte dei Conti a Firenze

LIVORNO – Condannati dalla Corte dei Conti l’ex Prefetto di Livorno Vincenzo Gallitto e l’ex Presidente dell’Ufficio GIP del Tribunale, Germano Lamberti. Ciascuno di loro dovrà risarcire un danno erariale di 50.000 euro, causato all’immagine dei rispettivi ministeri: Interno e Giustizia.

Lo ha deciso la Sezione Giurisdizionale della Corte dei Conti della Toscana (sentenza 241/2015) dopo l’esito di un procedimento penale dove i due alti funzionari pubblici erano stati condannati per corruzione in atti giudiziari, in quanto riconosciuti colpevoli di aver favorito soggetti indagati per reati edilizi, in relazione alla costruzione di un complesso immobiliare in località Procchio, all’Isola d’Elba. «In particolare – si legge in una nota della Corte dei Conti – era stata illegittimamente respinta la richiesta del Pubblico Ministero di sequestro preventivo del complesso immobiliare dietro la promessa di vendita, a prezzo di favore, di appartamenti in costruzione e facenti parte del medesimo complesso immobiliare».

La Sezione Giurisdizionale della Corte dei Conti, in parziale accoglimento delle richieste della Procura contabile, ha condannato i due funzionari al risarcimento del danno causato all’immagine delle amministrazioni di appartenenza (Ministero dell’Interno e Ministero della Giustizia), per un importo di 50 mila euro ciascuno. L’ex prefetto Gallitto è stato condannato anche per utilizzo improprio dell’autovettura di servizio.

 

Tags: ,

Lascia un commento

Logo Osservatore

Osservatore Libero

Oltre la Cronaca. News, report e commenti
Chi siamo

Seguici su:

Collegati

Previsioni Meteo a cura dell’Aeronautica Militare