Sesto Fiorentino: sette intossicati per una caldaia difettosa

Vigili del Fuoco notte

 

FIRENZE – Sette persone leggermente intossicate da monossido di carbonio per il probabile malfunzionamento di una caldaia. È il bilancio di quanto successo stasera 1 gennaio poco dopo le 21 in un appartamento in viale Gramsci 483 a Sesto Fiorentino. Tutte le persone visitate in ospedale appartengono allo stesso nucleo familiare e sono italiani: tra loro anche una bambina di 2 anni e un ragazzo di 15. Nessuno di loro è in gravi condizioni.

Sul posto sono intervenuti 118 e Vigili del Fuoco per da Firenze per mettere in sicurezza i locali ed accertare le cause dell’incidente che poteva essere letale. Accertamenti in corso sulla caldaia, il principale «indagato».

Se le conseguenze sono state per fortuna leggere e senza gravi conseguenze, la paura è stata  grande. Come noto il monossido di carbonio è più pesante dell’aria e tende pertanto a restare in basso senza evaporare. Il pericolo maggiore è che è inodore e quindi nessuno di accorge della sua presenza, che in molti casi può rivelarsi letale. Non sono pochi i casi di persone passate dalla vita alla morte durante il sonno, senza accorgersene. Non è stato questo per fortuna il caso di Sesto Fiorentino.

 

Tags:

Lascia un commento

Logo Osservatore

Osservatore Libero

Oltre la Cronaca. News, report e commenti
Chi siamo

Seguici su:

Collegati

Previsioni Meteo a cura dell’Aeronautica Militare