Nuova Scuola Marescialli Carabinieri di Firenze: entro aprile 2016 la consegna all’Arma

Una delle fasi di costruzione della Scuola Marescialli Carabinieri a Castello (Fi)

Una delle fasi di costruzione della Scuola Marescialli Carabinieri a Castello (Fi)

FIRENZE – Ultime battute verso l’apertura della nuova Scuola Marescialli e Brigadieri dei Carabinieri a Castello, nella periferia di Firenze, che dovrebbe essere finalmente consegnata all’Arma entro il prossimo mese di aprile 2016. Oggi 9 gennaio a Firenze il comandante generale dei Carabinieri, Tullio Del Sette, ha fatto un nuovo sopralluogo alla struttura di Castello. «Per vedere le ultime cose da fare, prima di poter avviare la fase finale di ultimazione dei lavori e procedere alla richiesta di collaudo» ha detto a OsservatoreLibero.it lo stesso Del Sette al termine della visita. «Lavoriamo per poter inaugurare il nuovo anno accademico nella nuova struttura» assicura il comandante generale, che da tempo segue personalmente la questione. Già nello scorso marzo 2015 era venuto a Firenze per incontrarsi con il sindaco Dario Nardella e definire l’iter più rapido possibile per arrivare all’apertura della nuova Scuola. E anche ieri sera, 8 gennaio 2016, Nardella e Del Sette si sono incontrati alla «prima» del Teatro Niccolini di Firenze, riaperto dopo 20 anni. E non hanno certo parlato solo di cultura e teatro.

Tullio Del Sette. comandante generale dei Carabinieri

Tullio Del Sette. comandante generale dei Carabinieri

Oggi 9 gennaio, di prima mattina, si è tenuto un incontro tecnico, al quale hanno partecipato per il Comune di Firenze il direttore generale Giacomo Parenti, rappresentanti del Ministero per le Infrastrutture e del Provveditorato alle Opera Pubbliche, i responsabili della società costruttrice, un consorzio con capofila l’Astaldi.  Per i carabinieri, oltre al comandante generale Del Sette, c’erano – tra gli altri – il generale di corpo d’armata Riccardo Amato (neo comandante delle Scuole dell’Arma e già comandante della Toscana), il generale di divisione Aldo Visone comandante della Scuola Marescialli e il generale di divisione Alberto Mosca, anche lui già comandante della Toscana e neo Ispettore Logistico dell’Arma e capo del 4° Reparto Logistica del Comando Generale dei Carabinieri.

Tra gli ultimi «intoppi» sembra ci sia il ritardo negli allacciamenti delle fognature – già completate – alla rete comunale. I tempi ormai stringono davvero, dopo oltre 20 anni dalla decisione di costruire la nuova scuola dell’Arma nella piana di Castello. Per il resto la struttura è pronta. In parte è anzi già operativa. Come negli edifici dove sono ospitati gli alloggi di servizio per il personale militare permanente e le rispettive famiglie, come pure nella nuova caserma della Stazione di Castello dei Carabinieri, aperta da tempo al pubblico e ben visibile per chi transita lungo il viale XI agosto.

«Lavoriamo per poter inaugurare il nuovo anno accademico 2016-2017 nella nuova struttura» assicura Del Sette, che da tempo segue personalmente la questione. Se dunque non ci saranno altri ritardi, nel prossimo mese di settembre confluiranno nella nuova caserma gli allievi attualmente ospitati presso la storica caserma «Mameli» di piazza della Stazione e quelli alloggiati presso la caserma Baldissera sul Lungarno Pecori Giraldi a Firenze. In arrivo quanto prima anche gli allievi della sede distaccata di Velletri (Roma), dove i futuri marescialli svolgono i primi due anni di formazione.

La visita fiorentina di oggi ha permesso al generale Del Sette di andare anche a fare visita, nelle rispettive abitazioni di Prato, al maresciallo Giuseppe Giangrande – rimasto invalido dopo la sparatoria di Palazzo Chigi nel 2013 – e a un sottufficiale in servizio a Prato in critiche condizioni di salute. Prima di ripartire per Roma, il comandante generale si è voluto fermare anche alla caserma «Mameli» di piazza della Stazione a Firenze, per un incontro in aula magna con gli oltre 400 giovani allievi dell’ultimo anno del 3° corso Marescialli, che nel prossimo mese di luglio completeranno la loro formazione e saranno destinati, ciascuno di loro, ad una delle oltre 5000 stazioni o comandi dell’Arma su tutto il territorio nazionale.

 

ARTICOLO SUCCESSIVO DEL 21 APRILE 2016

 

Carabinieri, pronta a Firenze la nuova Scuola Marescialli. Inaugurazione a settembre 2016

 

 

Tags: ,

Sandro Addario

Sandro Addario

Lascia un commento

Logo Osservatore

Osservatore Libero

Oltre la Cronaca. News, report e commenti
Chi siamo

Seguici su:

Collegati

Previsioni Meteo a cura dell’Aeronautica Militare