Meningite, terzo decesso in Toscana da inizio 2016

Ospedale Santo Stefano a Prato

Antonio Mati era ricoverato per meningite all’ospedale Santo Stefano a Prato

FIRENZE – Terza morte per meningite in Toscana dal 2016. Stamani 14 febbraio è morto Antonio Mati, 71 anni, ricoverato da 10 giorni nel reparto di rianimazione dell’ospedale Santo Stefano di Prato. L’uomo era stato colpito da meningococco di tipo C, ma negli ultimi giorni le sue condizioni sembravano in leggero miglioramento. Oggi però un’improvvisa complicazione cardiaca gli è stata letale. Mati era dirigente sportivo conosciuto a Prato. Due settimane fa, il 31 gennaio, aveva fatto il guardialinee nel corso della partita di calcio di terza categoria tra le squadre Grignanese e Prato Sport. Tre giorni dopo il ricovero per meningite, tanto che l’Azienda sanitaria di Prato aveva sottoposto a profilassi tutti i giocatori delle due squadre e l’arbitro.

Quello di oggi è il terzo decesso dall’inizio dell’anno in Toscana tra i 12 casi registrati, 10 dei quali da meningococco C. I due casi mortali precedenti sono stati quelli di Luca Barsotti di Fucecchio (Fi), deceduto all’ospedale di Pisa il 21 gennaio, e quello di Ida Maccioni, 65 anni di Monsummano Terme (Pt), morta il 31 gennaio all’ospedale di Pescia.

Al momento restano ricoverati un uomo di 75 anni all’ospedale di Empoli e una ragazza americana al Reparto malattie infettive dell’Ospedale di Ponte a Niccheri a Firenze, che dovrebbe essere dimessa a breve. Fuori pericolo e già dimesso, sempre da Ponte a Niccheri, un giovane di 22 anni residente nel Chianti.

 

LEGGI ANCHE : 

Malattie: allarmi Meningite e Zika, cerchiamo di fare chiarezza

Tags: ,

Lascia un commento

Logo Osservatore

Osservatore Libero

Oltre la Cronaca. News, report e commenti
Chi siamo

Seguici su:

Collegati

Previsioni Meteo a cura dell’Aeronautica Militare