Brexit, il sindaco di Londra contro Cameron

Boris Johnson e David Cameron quando erano amici

Boris Johnson e David Cameron quando erano amici

LONDRA – Il Brexit provoca uno scontro al vertice del partito conservatore inglese: il sindaco di Londra Boris Johnson contro il primo ministro David Cameron. Il primo si dichiara favorevole all’uscita del Regno Unito dall’Unione Europea (Brexit, sintesi di British Exit), proprio quando il secondo è appena reduce da una riunione a oltranza con i capi di stato e governo dell’Ue a Bruxelles. In questo incontro (terminato nella notte di venerdì 19 febbraio) Cameron ha ottenuto numerose concessioni in favore del suo paese «in cambio» del suo personale sostegno alla permanenza del suo paese nell’Europa, in vista del referendum del 23 giugno quando saranno i cittadini inglesi a decidere il loro futuro nell’Ue e dove Johnson ha già annunciato il suo «no».

Mentre i sondaggi si moltiplicano (al momento gli euroscettici hanno un leggero vantaggio di 3-4 punti, sui eurofavorevoli) lo scontro Johnson-Cameron sta facendo il giro del mondo. I due si conoscono da giovani, hanno studiato insieme a Eton e Oxford. Per anni sulla stessa strada, ora su fronti opposti. Capita anche oltre Manica, non solo in Italia.

Dietro le considerazioni politiche, prevale un calcolo non di secondaria importanza. In caso di vittoria dei «si» all’uscita dall’Ue, e pertanto con un Cameron sconfitto e costretto a lasciare Downing Street, ecco Boris Johnson pronto a succedergli. E non è escluso che lo stesso potrebbe avvenire- secondo alcuni osservatori – anche se prevalessero i «no» e l’attuale status quo, con un Cameron comunque logorato e sfiduciato.

In questo gioco di equilibri si inserisce anche la figura di Zac Goldsmith, il conservatore candidato a succedere a Johnson alle elezioni municipali a Londra che si svolgeranno il prossimo 5 maggio 2016. Anche Goldsmith ha già annunciato il suo «no» al referendum sul Brexit, sperando così di conquistare la maggioranza alla guida della capitale inglese, la città considerata la più filoeuropea del Regno Unito. Contro Goldsmith, figlio di un miliardario franco-inglese, ci sarà alle elezioni di maggio il deputato laburista Sadiq Khan, figlio di un tassista pakistano.

 

Tags: , , ,

Lascia un commento

Logo Osservatore

Osservatore Libero

Oltre la Cronaca. News, report e commenti
Chi siamo

Seguici su:

Collegati

Previsioni Meteo a cura dell’Aeronautica Militare