Elezioni Usa 2016: Clinton e Trump vincono le primarie del super tuesday

Donald Trump e Hillary Clinton i probabili sfidanti finali alla Casa Bianca

Donald Trump e Hillary Clinton i probabili sfidanti finali alla Casa Bianca

STATI UNITI – Hillary Clinton per i Democratici e Donald Trump per i Repubblicani hanno vinto largamente le primarie Usa del super tuesday che si sono svolte lunedì 1 marzo in 12 stati. Allungano il distacco nei confronti degli altri concorrenti verso la Casa Bianca, anche se ancora i giochi non sono definitivamente chiusi.

Sono queste le indicazioni uscite dai risultati del super tuesday, il grande martedì americano, dove i sostenitori dei due schieramenti hanno votato i rispettivi delegati del partito Democratico e di quello Repubblicano alle rispettive «Convention» nel prossimo luglio dove verranno nominati i due candidati a Presidente degli Stati Uniti, nelle elezioni che si svolgeranno martedì 8 novembre 2016.

La Clinton ieri ha vinto in 7 stati mentre il suo avversario Bennie Sanders ne ha conquistati 4. Anche Trump ha conquistato 7 stati contro 2 di Ted Cruz (il “suo” Texas e Oklahoma) e 1 di Marco Rubio (Minnesota). Ancora incerto il risultato in Alaska (votavano ieri solo i repubblicani) lo stato più a Ovest dove si è votato nei cosiddetti caucuses, assemblee di cittadini sparse nell’enorme territorio: al 60% dei voti esaminati Cruz (34%) appare in leggero vantaggio su Trump (33%).

Questa la situazione dopo il super tuesday martedì 1 marzo:

PARTITO DEMOCRATICO

  • Hillary Clinton ha già 544 delegati a suo favore
  • Bernie Sanders ne ha 349
  • Alla Convention di Philadelphia, dal 25 al 28 luglio 2016, andranno 4.674 delegati.
  • Voti necessari per la nomination : 2.383.

 

PARTITO REPUBBLICANO

  • Donald Trump: 274 delegati
  • Ted Cruz 149
  • Marco Rubio 82
  • Alla Convention di Cleveland, dal 18 al 21 luglio 2016, andranno 4.674 delegati.
  • Voti necessari per la nomination: 1237

 

DOVE SI VOTA

  • Stati dove si è votato fino al 29 febbraio: Iowa, New Hampshire, Nevada, South Carolina
  • Stati dove si è votato martedì 1 marzo: Alabama, Arkansas, Georgia, Massachusetts, Minnesota, Oklahoma, Tennessee, Texas, Vermont, Virginia, Alaska, Colorado. Si è votato anche nelle Isole Samoa Americane nel Pacifico, che non sono uno stato, ma un «territorio».
  • Totale stati: 50 – Stati dove si è votato: 16 – Stati dove si deve ancora votare: 34 (oltre al Distretto di Columbia dove c’è la capitale Washington)

 

TUTTI I RISULTATI

Vedi qui tutti i risultati elettorali dalla pagina del New York Times

 

PRIMARIE E CAUCUSES – Le Primarie sono elezioni locali dove si scelgono direttamente i rappresentanti dei due partiti alla convention estiva che nomina il rispettivo candidato alla presidenza degli Stati Uniti. I Caucuses sono invece piccole assemblee locali in alcuni stati, dove si scelgono altri delegati alle convention. Le nomine avvengono in assemblee che si svolgono in aule scolastiche, palestre, teatri dove si ritrovano i sostenitori dei vari candidati.

 

Elettori in coda per votare alle primarie Usa in un seggio della Georgia

Elettori in coda per votare alle primarie Usa in un seggio della Georgia

 

 

Tags: , , ,

Lascia un commento

Logo Osservatore

Osservatore Libero

Oltre la Cronaca. News, report e commenti
Chi siamo

Seguici su:

Collegati

Previsioni Meteo a cura dell’Aeronautica Militare