Lago di Bilancino: il sonar dei Vigili del Fuoco cercherà il canoista disperso

La mappa delle ricerche sul Lago di Bilancino

La mappa delle ricerche sul Lago di Bilancino (Elaborazione OsservatoreLibero.it su foto Mario Nocentini)

BARBERINO DI MUGELLO (Fi) – Uno speciale sonar dei Vigili del Fuoco scandaglierà il lago di Bilancino alla ricerca di Romano Giusti, il canoista ottantenne di Prato disperso da sabato 5 marzo. È la stessa attrezzatura utilizzata durante le ricerche nello scafo della nave Concordia, naufragata davanti all’Isola del Giglio nel gennaio 2013.

Si tratta del Side Scan Sonar, il cui arrivo è previsto da Milano entro la giornata di oggi 7 marzo, nel caso le ricerche dei sommozzatori di Firenze – che stanno continuando anche oggi con l’ausilio di un elicottero – continuassero a dare esito negativo. Il «SSS» è un kit che permette di effettuare un rilievo del fondo del lago evidenziando tutte le difformità rispetto al fondo piatto di riferimento. Lo stesso nucleo sommozzatori ha in dotazione anche un robot subacqueo «Rov» che permette immersioni più prolungate, considerate la bassa temperatura dell’acqua, rispetto a quelle che potrebbe fare un sommozzatore.

Ma non sarà un’impresa né facile né breve. Si tratta di scandagliare il fondo di un lago, esteso ben 5 chilometri quadrati e profondo circa 30 metri dove sul fondale c’è di tutto: soprattutto vegetazione e anche tronchi di alberi. Dove purtroppo potrebbe essere rimasto impigliato il corpo di Romano Giusti. Se così fosse ben difficilmente tornerebbe a galla, ma anche in caso contrario – considerata la bassa temperatura dell’acqua – potrebbe riaffiorare ma non prima di un paio di settimane almeno.

C’è inoltre da tener ben presente che il Giusti potrebbe essere dovunque e anche ben lontano dalla sua canoa, ritrovata rovesciata nella notte tra sabato 5 e domenica 6 nei pressi dell’Oasi Wwf di Gabbianello, nella zona nord del lago. Proprio nella direzione del forte vento che, nel pomeriggio di sabato 5, soffiava da sud-sud ovest. C’è pertanto da ipotizzare che l’imbarcazione possa essersi rovesciata dovunque e abbia poi proseguito la sua folle corsa ancora per diverse centinaia di metri, lasciando il Giusti a tentare di salvarsi in mezzo al lago.

La lotta contro il tempo a Bilancino comunque continua e, nonostante che le speranze di trovare il canoista ancora in vita stiano gradualmente diminuendo, l’impegno di vigili del fuoco, carabinieri, protezione civile e volontari prosegue ancora senza sosta. I sommozzatori dei pompieri devono operare quasi «a tastoni» considerato che la visibilità sott’acqua non supera i 4-5 metri, oltre i quali è completamente buio fino a 30 metri. Domattina, come detto, dovrebbe entrare in azione il Sonar, costretto ad operare lentamente, palmo a palmo lungo tutta la superficie del lago. Potrebbero essere necessarie anche settimane di attività.

 

ARTICOLO PRECEDENTE

 

Mugello: canoista ottantenne di Prato disperso nel lago di Bilancino

Tags: , ,

Sandro Addario

Sandro Addario

Lascia un commento

Logo Osservatore

Osservatore Libero

Oltre la Cronaca. News, report e commenti
Chi siamo

Seguici su:

Collegati

Previsioni Meteo a cura dell’Aeronautica Militare