Ora legale 2016: torna nel giorno di Pasqua 27 marzo

Lancette avanti di 1 ora nella notte tra sabaro 26 e domenica 27 marzo 2016

Lancette avanti di 1 ora nella notte tra sabaro 26 e domenica 27 marzo 2016

FIRENZE – Dalla giornata di Pasqua 2016, domenica 27 aprile, torna l’ ora legale in Italia. Alle 2 di mattina gli orologi avanzeranno di un’ora. Si dormirà un’ora di meno, proprio nella notte della veglia pasquale, tra il sabato santo 26 aprile e la giornata di Pasqua domenica 27.

Ormai si dice che gli orologi «avanzeranno» perché una buona parte sono automatici e non hanno bisogno di nessun intervento manuale. Come quello dei telefonini, televisori, computer, smartphone, tablet. Ma c’è sempre qualche orologio che va spostato avanti a mano, come quelli di auto e motoveicoli, elettrodomestici di cucina e la maggior parte di quelli da polso.

L’ ora legale 2016 resterà in vigore fino alle 3 di mattina di domenica 30 ottobre, quando andrà fatta l’operazione opposta e le lancette dovranno tornare indietro alle 2. Si recupererà un’ora di sonno in quella che è chiamata la «notte lunga», rispetto alla «notte corta» di stanotte.

Nei indicazioni orarie internazionali, l’ora italiana passerà da UTC +1 a UTC +2. Significa che, nell’estate 2016, rispetto al fuso orario Utc (sigla di Tempo Coordinato Universale che corrisponde a quello di Greenwich a Londra, utilizzato come base per il calcolo degli orari in tutto il mondo) l’ora dell’Italia sarà avanti di due ore rispetto alla base internazionale. Anche la stessa Gran Bretagna, durante l’ ora legale inglese, sarà avanti di un’ora rispetto a Utc.

Sullo stesso fuso orario italiano ci sono molti altri paesi europei e dell’Africa. Vedi qui sotto la cartina dettagliata.

Per conoscere all’istante la differenza oraria tra l’Italia e un altro paese del mondo, clicca qui

 

I fusi orari nel mondo

I fusi orari nel mondo

 

 

Tags:

Lascia un commento

Logo Osservatore

Osservatore Libero

Oltre la Cronaca. News, report e commenti
Chi siamo

Seguici su:

Collegati

Previsioni Meteo a cura dell’Aeronautica Militare