L’Aeronautica cambia «pilota»: Vecciarelli riceve la Bandiera da Preziosa (Foto)

Il generale Enzo Vecciarelli (a sin.) riceve la Bandiera dal generale Pasquale Preziosa

Il generale Enzo Vecciarelli (a sin.) riceve la Bandiera dal generale Pasquale Preziosa

ROMA – Cambia «pilota» l’Aeronautica Militare. Da oggi 30 marzo il nuovo capo di Stato Maggiore dell’Arma Azzurra è il generale di squadra aerea Enzo Vecciarelli, attuale sottocapo di Stato Maggiore della Difesa. Il passaggio della Bandiera, simbolo della Forza armata e pluridecorata al Valor militare, è avvenuto oggi 30 marzo a Roma, dalle mani del generale di squadra Pasquale Preziosa (che lascia il servizio attivo dopo 45 anni di carriera) al generale Vecciarelli, davanti al capo di stato maggiore della Difesa generale Claudio Graziano.

C’era il ministro della Difesa Roberta Pinotti e i vertici delle forze armate e dei corpi di polizia alla cerimonia, semplice ma solenne al tempo stesso, che si è svolta presso l’aeroporto militare di Ciampino a Roma, sede del 31° stormo dell’Aeronautica.

All’interno dell’hangar, dove tra gli altri c’erano due velivoli da caccia, un Tornado e un Eurofigher, gli onori sono stati resi da un reparto di formazione comandato dal generale Fabio Giunchi accompagnato dalle note della Banda musicale dell’Aeronautica djretta dal tenente colonnello maestro Patrizio Esposito.

Attestazioni di stima e ringraziamento per il lavoro svolto dall’Aeronautica militare sono arrivati sia dal ministro Pinotti («andiamo avanti con determinazione nella riorganizzazione delle Forze Armate» ha precisato) che dal generale Graziano, che ha ricordato il contributo dei due generali dell’Aeronautica che oggi si passano il testimone.

Preziosa ha ricordato i 45 anni passati nella Forza Armata e le emozioni «ad ogni decollo operativo e a ogni passaggio delle Frecce Tricolori», in quello che ha definito «non un lavoro, ma un mestiere» svolto con dedizione e impegno quotidiano da parte di tutti gli appartenenti alla forza armata.

«Servire lo Stato, prima di sé stessi» è l’obiettivo – ha detto il generale Vecciarelli – degli oltre 41 mila militari e dei 4000 civili che fanno parte dell’Aeronautica, «nell’ambito di un sistema Italia» che deve continuare ad operare con successo dovunque.

Rispondendo ai giornalisti il nuovo capo di Stato Maggiore ha poi sottolineato – sul tema dell’instabilità nel Mediterraneo – che «in Libia non c’è un nemico, ma un popolo da aiutare a trovare la propria sicurezza. E l’Italia è pronta a fare la sua parte». «L’Aeronautica militare –ha aggiunto – provvede alla difesa e alla sicurezza del territorio e dei cittadini. Lo facciamo in un sistema integrato, multilaterale, al fianco delle Forze di polizia, sempre pronti a dare il nostro contributo».

Su temi più «personali» che lo riguardano da vicino, Vecciarelli – rispondendo alla domanda di un cronista – ha ricordato di essere stato per oltre 15 anni a Grosseto, presso la base del 4° Stormo. «A Grosseto sono nati i miei figli – ha detto sorridendo – e sono molto legato ai grossetani e ai maremmani. Gente schietta e dal cuore profondo. Mi lega a loro un’esperienza indimenticabile e spero di tornarci quanto prima. Ho ancora molti amici laggiù e anzi approfitto intanto di questa occasione per salutarli tutti».

AVVICENDAMENTI – Quello dell’Aeronautica è il primo cambio al vertici militari nel 2016. A brevissimo, come consuetudine, ci sarà un probabile cambio tra i vari comandi dei reparti. Imminente anche la promozione di due generali di divisione al grado superiore di generale di squadra aerea. Ma non è finita qui. A breve (maggio 2016) toccherà alla Guardia di Finanza e nel giugno alla Marina Militare. Nei primi due mesi del 2017 sono poi in scadenza i mandati del comandante generale dei Carabinieri e del capo di Stato Maggiore della Difesa. Un’intricata rete di scelte (e di esclusioni con inevitabili malumori) che il governo è chiamato a dipanare, in un momento in cui la spending rewiew non risparmia gli assetti della Difesa ma al tempo stesso cresce l’emergenza sicurezza. Una quadratura del cerchio difficile ma irrinunciabile.

CHI SONO? Queste le biografie complete dei due generali dell’Aeronautica Militare

 

FOTOGALLERY 

 

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

LEGGI ANCHE: 

Forze Armate e Finanza, nel 2016 cambiano i vertici. Tanti nomi in lizza

 

 

Tags:

Sandro Addario

Sandro Addario

Lascia un commento

Logo Osservatore

Osservatore Libero

Oltre la Cronaca. News, report e commenti
Chi siamo

Seguici su:

Collegati

Previsioni Meteo a cura dell’Aeronautica Militare