Battistero di Firenze, staccata la Porta Sud: parte il restauro (Video)

La rimozione della porta sud del Battistero per restauro (foto Opera del Duomo Firenze)

La rimozione della porta sud del Battistero per restauro (foto Opera del Duomo Firenze)

FIRENZE – Dopo 680 anni è stata staccata dalla sua collocazione la Porta Sud del Battistero di Firenze. Nella notte tra il 15 e il 16 aprile 2016 verrà trasferita all’Opificio delle Pietre Dure, dove subirà un restauro di circa 3 anni. Dopo verrà collocata nel nuovo Museo dell’Opera del Duomo a Firenze accanto alla Porta del Paradiso e alla Porta Nord di Lorenzo Ghiberti.

Quella a sud, verso la Loggia del Bigallo e via dei Calzaioli, è la più antica delle tre porte del Battistero di Firenze, realizzata da Andrea Pisano tra il 1330 e il 1336. È composta da 28 formelle con episodi della vita di San Giovanni Battista, patrono del Battistero e della città di Firenze. Il veneziano Leonardo D’Avanzo curò quindi la complessa fusione dell’intelaiatura dei due battenti.

Battistero di Firenze

Battistero di Firenze

Negli ultimi giorni l’imponente porta bronzea (pesante 8 quintali, alta quasi 5 metri e larga poco meno di 3) è stata smontata e le due ante posizionate all’interno del Battistero. Ci resteranno fino all’imponente trasporto presso l’Opificio delle Pietre Dure di Firenze previsto nella notte tra venerdì 15 e sabato 16 aprile.

Si tratta di un intervento reso possibile dall’Opera di Santa Maria del Fiore, che sosterrà direttamente le spese di restauro, smontaggio, trasporto e ricollocazione nel museo per un importo 1,5 milioni di euro. Anche per la Porta Sud sarà realizzata una replica ad arte che sostituirà l’originale sul Battistero, così come in precedenza è stato fatto per le due altre porte: nel 1990 la Porta del Paradiso, e a gennaio di quest’anno la Porta Nord, quest’ultima grazie anche al contributo dell’Associazione Guild of The Dome

Per il restauro e la realizzazione della copia della Porta Sud occorreranno almeno 3 anni, un anno in più rispetto alla Porta Nord, perché dalle prime indagini l’opera appare molto danneggiata. L’intera superficie della porta si presenta offuscata dai depositi e dalle alterazioni di color verde del bronzo che nascondono la doratura originale. Nella parte inferiore della porta, i rilievi sporgenti delle formelle sono consunti dal contatto con le mani dei visitatori, che li hanno privati della doratura e della patina di ossidazione del bronzo.

Dai documenti emerge, inoltre, che la Porta Sud ha subito due importanti interventi nel passato che dovranno essere monitorati e revisionati. Il primo durante la seconda Guerra Mondiale (le tre porte del Battistero furono smontate e trasportate in un luogo al riparo dai bombardamenti) e l’altro a seguito dell’alluvione del 1966. Proprio quest’ultimo evento sembra la causa della consistente crepa sull’anta destra della porta, che attraversa il fondo delle formelle che raffigurano la Carità e l’Umiltà.

 

IL VIDEO DELLA RIMOZIONE DELLA PORTA SUD

 

 

ARTICOLO SUCCESSIVO : IL VIAGGIO NELLA NOTTE

 

Firenze, trasloca nella notte la porta sud del Battistero (Video)

 

 

Tags: ,

Lascia un commento

Logo Osservatore

Osservatore Libero

Oltre la Cronaca. News, report e commenti
Chi siamo

Seguici su:

Collegati

Previsioni Meteo a cura dell’Aeronautica Militare