Terremoto devastante in Ecuador, centinaia tra vittime e dispersi

Il terremoto è stato il più violento all'equatore dal 1979

Il terremoto è stato il più violento all’equatore dal 1979

ECUADOR (Sud America) – AGGIORNAMENTO – Si aggrava il tragico bilancio del violento terremoto che ha colpito la costa dell’Ecuador domenica 17 aprile. L’ultimo bilancio ufficiale è di almeno 413 morti e 2500 feriti. Intere località rase al suolo e danni per miliardi di dollari.

PRECEDENTE – Sono già oltre 200 le vittime accertate del tremendo terremoto che ha colpito la costa dell’Ecuador a circa 170 chilometri da Quito, la capitale del paese sudamericano. La scossa più violenta, 7,8 gradi di magnitudo, è avvenuta alle 18,58 di sabato 16 aprile, quando in Italia erano le 1,58 di domenica 17. L’epicentro è stato localizzato nella zona turistica di Muisne, a una profondità di 19 chilometri.

Si tratta del più forte terremoto avvenuto all’equatore dal 1979. I feriti sono oltre 1500 ma non è ancora calcolabile il numero dei dispersi sotto le macerie

Il vicepresidente ecuadoriano Jorge Glas ha disposto lo stato di emergenza in sei province del Paese. È stata esclusa un’allerta tsunami, anche se alla popolazione in alcune zone costiere è stato chiesto preventivamente di lasciare le proprie abitazioni.

Il presidente dell’Ecuador Rafael Correa è rientrato subito in serata da Roma, dove in Vaticano venerdì ha preso parte ad una conferenza della Pontificia Accademia delle Scienze sociali sull’enciclica «Centesimus Annus» di Giovanni Paolo II. Durante tutto il viaggio ha seguito le vicende attraverso Twitter.

 

La zona del terremoto in Ecuador

La zona del terremoto in Ecuador

 

 

Tags: ,

Lascia un commento

Logo Osservatore

Osservatore Libero

Oltre la Cronaca. News, report e commenti
Chi siamo

Seguici su:

Collegati

Previsioni Meteo a cura dell’Aeronautica Militare