La Festa della Mamma in Italia fu ideata dal fascismo

L'8 maggio è Festa della Mamma: quanto durerà?

L’8 maggio è la Festa della Mamma: quanto durerà?

FIRENZE – Pochi lo sanno. Chi lo sa non lo dice: la festa della Mamma in Italia di oggi 8 maggio è una festa fascista. Si chiamava «Giornata nazionale della Madre e del Fanciullo». Fu festeggiata la prima volta il 24 dicembre 1933, quando vennero premiate le madri più prolifiche, in nome della politica della famiglia voluta dal regime. La data fu scelta per la vicinanza al Natale e alla natalità.

Oggi, a oltre 80 anni di distanza, si arriva alla «Festa di chi ti vuole bene» per non turbare gli animi dei bambini di famiglie non tradizionali. È successo nella Scuola Elementare Coppino di Torino, dove la maggioranza dei genitori ha contestato vivacemente la decisione degli insegnanti di accogliere la richiesta di altri genitori. Così mentre nelle altre scuole in questi giorni di vigilia dell’8 maggio i bambini erano indaffarati a preparare canzoni, recite e regali per la festa della mamma, in quella classe nessun festeggiamento.

«Ritengo molto sbagliato eliminare due figure simbolo, la madre e il padre, a favore di un vago e fuorviante, nonché ipocrita, ‘chi ti vuole bene’ – scrive su Facebook una delle mamme che anima la protest – Padre e madre sono due cardini, due archetipi, due certezze intorno ai quali si è costituita la nostra società. Dovere della scuola è radicare e fare crescere certezze nelle figure di riferimento e non di aumentare la confusione e disorientare i bambini».

Da un estremo a un altro. Da Mussolini che premia il prolificare della razza, alla scuola di Torino dove i bambini rivolgono pensierini e magari preparano regali per il cane di casa, la zia o l’amichetto vicino di casa.

Facendo un passo indietro va ricordato che l’origine della Festa della Mamma è americana. Fu ideata la prima volta nel maggio 1870 da Julia Ward Howe, un’attivista pacifista che voleva introdurre il Mother’s Day for Peace (Giornata della madre per la pace) ma il progetto non ebbe seguito. Quest’ultimo fu ripreso da Anna Jarvis nel 1908 quando celebrò la festa moderna Mother’s Day (Giornata della madre), intitolando un memoriale in onore di sua madre, un’attivista a favore della pace. L’evento ebbe molta eco, fino a che fu ufficializzata dal presidente Woodrow Wilson nel 1914, quando il Congresso deliberò di festeggiarla la seconda domenica di maggio, come espressione pubblica di amore e gratitudine per le madri.

Gradualmente si estese a molti stati nel mondo ma non tutti con la data della seconda domenica di maggio. Al significato simbolico si affiancò ben presto lo scopo commerciale.

In Italia, dopo la caduta del fascismo, la festa della mamma è tornata negli anni ’50. Nel 2000 fu spostata dall’originario 8 maggio alla seconda domenica di maggio per adeguarla a quella degli Stati Uniti ed evitare che capitasse di giorno feriale, più facilmente dimenticabile.

 

 

Tags:

Commenti (1)

  • Avatar

    Franco

    |

    Che tristezza!

    Reply

Lascia un commento

Logo Osservatore

Osservatore Libero

Oltre la Cronaca. News, report e commenti
Chi siamo

Seguici su:

Collegati

Previsioni Meteo a cura dell’Aeronautica Militare