Terremoto nella notte tra le province di Terni e Viterbo

L'epicentro del terremoto tra Umbria. Lazio e ToscanaL'epicentro del terremoto tra Umbria. Lazio e Toscana

L’epicentro del terremoto tra Umbria. Lazio e Toscana

TERNI – Una scossa di terremoto di magnitudo 4.1 è stata avvertita ai confini tra Umbria e Lazio alle 22:24:20 di lunedì 30 maggio. L’epicentro è stato registrato a circa 1 km da Castel San Giorgio (Terni) e un’area che comprende i comuni di Castel Viscardo (Terni), San Lorenzo Nuovo, Bolsena, Grotte di Castro, Acquapendente tutti in provincia di Viterbo.

Gli strumenti dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia hanno segnalato la scossa a circa 15 km di profondità, una distanza tale – considerato il livello di magnitudo 4,1 – da non creare danni significativi, ma da essere ugualmente avvertita dalla popolazione. Come è successo ieri sera non solo nella zona dell’epicentro ma anche fino alla provincia di Grosseto, in particolare tra Manciano. Sorano, Arcidosso e Semproniano.

I Vigili del Fuoco non segnalano al momento danni a persone o a cose. Solo una buona dose di paura per molti, che hanno subito telefonato ai centralini del 115 ma anche di polizia e carabinieri.

Una seconda scossa di terremoto, ma di minore entità (2,0 di magnitudo), è avvenuta un’ora dopo nella stessa zona. È successo alle 23:05:05 a una profondità di 8 km. Anche in questo caso non sono segnalati, al momento, danni.

 

Tags:

Sandro Addario

Sandro Addario

Lascia un commento

Logo Osservatore

Osservatore Libero

Oltre la Cronaca. News, report e commenti
Chi siamo

Seguici su:

Collegati

Previsioni Meteo a cura dell’Aeronautica Militare