Firenze, sgomberato accampamento di nomadi sotto un ponte del Mugnone

Agenti della Polizia Municipale sgomberano l'accampamento sul Mugnone

8 giugno 2016 ore 17,15: agenti della Polizia Municipale sgomberano l’accampamento sul Mugnone

FIRENZE – Sono intervenuti Vigili del Fuoco, Polizia Municipale e Quadrifoglio per sgomberare un accampamento di nomadi sotto un ponte del torrente Mugnone a Firenze, tra via Fratelli Ruffini e via Poliziano. Un luogo a grosso rischio alluvionale, dove a due-tre metri dall’acqua vivono di notte un gruppo di nomadi su materassi e giacigli di fortuna. Un vero appartamento all’aria aperta insomma, sulla riva del torrente che corre lungo la centralissima ed elegante via XX Settembre, nella zona di piazza della Vittoria.

Un lettore di OsservatoreLibero.it ci aveva segnalato il caso nei giorni scorsi e oggi mercoledì 8 giugno nel pomeriggio si sono presentati sul posto una pattuglia di agenti in borghese della Polizia Municipale, trovando alcune donne che alla loro vista si sono rapidamente allontanate, abbandonando tutto quello che avevano dentro alcuni sacchi di plastica. L’allerta era partita, si è saputo dopo, dalla sala operativa della Centrale dei Vigili del Fuoco, dove era appena arrivato un esposto di un abitante del viale Milton. Una squadra è stata subito inviata sul posto, considerato il rischio della presenza di persone e cose a minima distanza da un corso d’acqua. I temporali in arrivo sulla città facevano salire ulteriormente la preoccupazione.

La squadra di pompieri è arrivata poco prima delle 17 per verificare la situazione e concordare il da farsi per prevenire ogni situazione di pericolo. Poco dopo sono giunti anche due furgoni della Quadrifoglio, il cui personale – insieme a quello della Polizia Municipale – ha provveduto a rimuovere tutte le masserizie: materassi, coperte, tavoli, cartoni bagnati usati come giaciglio, sacchi di plastica. Un’operazione che – a quanto riferito da alcuni testimoni – è durata al massimo una mezz’ora. Alle 17,30 l’arcata del ponte era completamente sgomberata e, almeno per oggi, il rischio che fosse invasa dall’acqua del Mugnone è stato scongiurato.

Non si sa quanto durerà. Ore, giorni, settimane? Poi è probabile che i nomadi riappaiano di nuovo con altri materassi e giacigli di fortuna lungo il Mugnone. Un tira e molla infinito, al quale prima o poi bisognerà pur mettere la parola fine. Nell’interesse di tutti.

 

FOTOCRONACA

 

Ore 16 : l'accampamento sotto l'arcata del èponte sul Mugnone

Ore 16 : l’accampamento sotto l’arcata del ponte sul Mugnone

 

ore 16,50 Vigili del Fuoco e Polizia Municipale sul posto

ore 16,50 Vigili del Fuoco e Polizia Municipale sul posto

 

Ponte sul Mugnone ripulito

Ore 17,30, dopo l’intervento

 

Ponte sul Mugnone ripulito

Il rischio alluvionale sotto il ponte sul Mugnone

 

ARTICOLO PRECEDENTE del 4 giu 2016

 

Firenze, accampamento nomadi vicino al liceo di Matteo Renzi

 

 

Tags:

Sandro Addario

Sandro Addario

Lascia un commento

Logo Osservatore

Osservatore Libero

Oltre la Cronaca. News, report e commenti
Chi siamo

Seguici su:

Collegati

Previsioni Meteo a cura dell’Aeronautica Militare