Lago d’Iseo: sul New York Times la passerella di Christo sulle acque

I pontili arancioni di Christo sul Lago d'Iseo saranno aperti dal 18 giugno al 3 luglio 2016

I pontili arancioni di Christo sul Lago d’Iseo saranno aperti dal 18 giugno al 3 luglio 2016

SULZANO (Bs) – Sono sbarcati in prima pagina sul New York Times «The Floating Piers», i pontili galleggianti ricoperti di stoffa arancione che vengono inaugurati oggi 18 giugno sul Lago d’Iseo. Li ha realizzati di tasca sua l’artista bulgaro-americano Christo (81 anni compiuti il 13 giugno), un’opera d’arte contemporanea che resterà aperta al pubblico fino al 3 luglio.

Migliaia di persone potranno di fatto «camminare sull’acqua» da Sulzano fino a Monte Isola (l’isola lacustre più grande d’Europa) e quindi fino alla piccola isola privata di San Paolo. Un percorso complessivo di 5 chilometri sul «tappeto arancione» di cui 3 sull’acqua. I pontili sono realizzati con oltre 200.000 cubi galleggianti e riciclabili.

La prima pagina del NYTimes del 18 giugno

La prima pagina del NYTimes on line del 18 giugno

Un evento e una mèta turistica da non perdere, dove sono attese migliaia di persone e non solo dalla Lombardia. Treni speciali sono stati istituiti sulla linea Brescia-Iseo-Edolo con 84 corse al giorno (una ogni 20 minuti circa) di cui 73 con fermata a Sulzano, poco distante dai «The Floating Piers».

Una realizzazione che costa circa 15 milioni di euro, interamente pagati dall’artista con il ricavato – ha detto Christo – «della vendita dei miei lavori: disegni o altro che documentano i miei progetti dagli anni 50 e 60». Un’idea che l’artista, il cui nome completo è Christo Vladimirov Yavachev (questo il suo sito web), coltivava dal 1970 insieme alla moglie Jeanne-Claude Denat de Guillebon (scomparsa nel 2009). Una coppia celebre fra i maggiori rappresentanti della cosiddetta «land art» e realizzatori di opere su grande scala, tra cui «The Gates». oltre 7500 pannelli di stoffa arancione nel cuore di Central Park a New York.

Le passeggiate (gratuite) lungo «The Floating Piers» dureranno solo 16 giorni, fino al 3 luglio. Dopo, i pontili saranno smontati e i cubi rivenduti. «L’importante è che questo progetto sia temporaneo – dice Christo – questa è la sua libertà».

 

THE FLOATING PIERS – VIDEO (realizzato dal NYTimes)

 

Christo Vladimirov Yavachev

Christo Vladimirov Yavachev

 

AGGIORNAMENTO 18 giu 2016 ore 21:00

Oltre 55.000 i visitatori nel primo giorno di apertura dei The Floating Pears. Lo annuncia una nota della «cabina di regia» alle ore 19,30 precisando che «in meno di dodici ore i numeri confermano le previsioni ed il sistema logistico e dei trasporti ha sostenuto il grande afflusso di visitatori anche meglio di quanto ci si potesse aspettare». «La presenza dei visitatori sulla passerella – prosegue la nota – è influenzata dalle condizioni meteorologiche che nella situazione di peggioramento possono subire limitazioni o riduzione. Dalle ore 18.00 la situazione meteo ha imposto il progressivo deflusso dei visitatori fono ad arrivare al completo sgombero. Tutto questo è stato completato in soli 7 minuti».

 

Tags: ,

Sandro Addario

Sandro Addario

Lascia un commento

Logo Osservatore

Osservatore Libero

Oltre la Cronaca. News, report e commenti
Chi siamo

Seguici su:

Collegati

Previsioni Meteo a cura dell’Aeronautica Militare