Nave Vespucci 2016, i segreti dell’Ambasciata più bella del mondo (Video-Foto)

La poppa della Nave Scuola Vespucci

La poppa della Nave Scuola Vespucci

NAPOLI – L’hanno da sempre chiamata il veliero più bello del mondo. Ma a buon diritto la nave scuola Amerigo Vespucci può considerarsi anche l’ambasciata più bella del mondo. «Qui siamo in territorio italiano in qualunque porto estero ci fermiamo. In questa sala sono avvenuti incontri diplomatici a livello internazionale» dice con soddisfazione e orgoglio tutto marinaresco il capitano di vascello Curzio Pacifici, attuale comandante della nave. Ha voluto incontrare a pranzo proprio qui nella Sala del Consiglio piena di storia e di tradizioni, a poppa del veliero, il capocorso e i due capiclasse della Scuola Navale Morosini di Venezia, imbarcati sul Vespucci con i loro colleghi – tutti tra 17 e 18 anni – del Corso Nereus per un periodo di formazione in mare al termine dell’anno scolastico 2015-2016. Sono impeccabili i giovanissimi allievi nelle loro divise bianche e per nulla in difficoltà nel dover rispettare le severe regole del galateo: con le posate da mettere nella posizione giusta al momento giusto, mentre in tavola arriva pane che non fa briciole e frutta da non tagliare con il coltello.

COMANDANTE – Il comandante Pacifici, livornese doc, ha condiviso più di ogni altro suo predecessore la vita del Vespucci, da quando nell’ottobre 2012 ne ha assunto la guida. E ha seguito, momento dopo momento, gli indispensabili lavori di manutenzione e ammodernamento durati oltre due anni e mezzo in cantiere a La Spezia.

NAPOLI – Dal 27 aprile 2016, sempre con Pacifici al timone, il Vespucci è nuovamente in navigazione in occasione dei suoi 85 anni di storia navale. Dal 27 giugno è possibile ammirarla nelle acque del Golfo di Napoli (qui il programma per le visite a bordo  dal molo Beverello) fino al 2 luglio quando riprenderà il mare diretta a Livorno dove è attesa lunedì 4 luglio (visite a bordo). Tre giorni di sosta e poi salperà nuovamente, questa volta con i cadetti dell’Accademia Navale, per la loro campagna d’istruzione estiva nel Mediterraneo, Atlantico e Mare del Nord che si concluderà il 1° ottobre a Livorno.

IN MARE – La cosiddetta «pre-campagna» attraverso i mari italiani è stata un successo. Oltre 100.000 persone hanno fatto la coda per visitare la nave, durante il periplo della penisola. Da Cagliari a Bari, Trieste, Venezia, Ancona, Dubrovnik, Messina, Trapani, Genova. Ora si attende solo la folla e il calore napoletano e poi si tireranno le somme definitive. Finora sono state percorse oltre 3500 miglia marine (6500 chilometri) per complessive 644 ore di navigazione.

LA GENTE – In ogni «scalo» l’incontro della gente con i marinai del Vespucci è un momento di commozione per chi ha già fatto servizio su quella nave («qui mi sento come a casa mia» è la frase più spesso ricorrente) ma, per gli altri, anche un’opportunità per conoscere di persona un vero pezzo d’Italia, di cui si è solo sentito parlare. E l’equipaggio tutto non si risparmia a soddisfare le esigenze dei visitatori, nonostante che i tempi debbano necessariamente rispettare la grande affluenza di pubblico.

EQUIPAGGIO – Se potesse ogni marinaio avrebbe una storia da raccontare. Come il nostromo, 1° maresciallo Giulio D’Elia, memoria storica della nave che ha ancora negli occhi il giro del mondo effettuato in 17 mesi dal maggio 2002 al settembre 2003. Con una tappa, sulla via del ritorno dall’Australia, che solo quella durò ben 31 giorni di navigazione non stop. Come i responsabili della cucina (struttura vitale per la nave, quanto la plancia di comando) capo di 1ª classe Antonio Calò e 2° capo Nicola Valdettaro che con i loro collaboratori devono essere pronti a preparare quasi mille pasti al giorno. Come i marinai che si alternano nei turni della Centrale di Sicurezza (Cs), da dove in ogni momento delle 24 ore si tengono sotto controllo tutti gli apparati meccanici ed elettrici della nave. Un lavoro silenzioso ma altrettanto vitale, tra generatori di propulsione e di corrente nel cuore nella nave, dove non c’è tempo per vedere la luce del sole.

 

 

PARLA IL COMANDANTE (VIDEO)

 

NAVE VESPUCCI IN NAVIGAZIONE (VIDEO)

 

FOTOGALLERY

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

LEGGI ANCHE : 

Professione volontari di Marina Vfp4: primo imbarco su Nave Vespucci 2016

 

Su Nave Vespucci 2016 con gli allievi della Scuola Navale Morosini

 

 

Tags: ,

Sandro Addario

Sandro Addario

Lascia un commento

Logo Osservatore

Osservatore Libero

Oltre la Cronaca. News, report e commenti
Chi siamo

Seguici su:

Collegati

Previsioni Meteo a cura dell’Aeronautica Militare