Strage di Nizza: il primo elenco parziale dei morti

Incessante processione sulla Promenade des Anglais sul luogo della strage del 14 luglio

Incessante processione sulla Promenade des Anglais sul luogo della strage del 14 luglio

NIZZA – Non c’è ancora un elenco completo, a distanza di tre giorni, delle vittime del tragico attentato del 14 luglio a Nizza, dove sono morte 84 persone di cui dieci bambini e un adolescente. Tra gli oltre 100 feriti, ce ne sono ancora almeno 18 in prognosi riservata, tra cui un bambino.

Ma i nomi tardano ad arrivare. Molti cadaveri sono irriconoscibili e si sta ricorrendo anche all’esame del Dna con possibili parenti che stanno cercando congiunti di cui non hanno più notizie. Ma al di là delle cautele d’obbligo e delle incertezze in un massacro di queste dimensioni, sembra difficile capire come le autorità sanitarie e di polizia francesi non siano state ancora in grado di dare una risposta al maggior interrogativo dopo la strage: chi sono i morti?

L’unica strada per ora percorsa, ma abbastanza pericolosa perché può creare false attese o dare notizie non verificate, è quella dei social network. Molto attivo su Twitter l’hashtag #RechercheNice dove i parenti si scambiano notizie e appelli sui loro congiunti. Una fonte non ufficiale, ma di fronte al perdurante silenzio delle autorità è meglio di niente. La motivazione ufficiale è che i nomi verranno dati solo dopo la conferma del Dna: possono passare anche settimane.

Per ora il primo elenco (parziale) dei morti di Nizza, uscito sui giornali francesi in base a singole notizie raccolte dai media, è il seguente:

  1. David Bonnet, 44 anni – nazionalità: Francia
  2. Linda Casanova Siccardi, 54 anni Svizzera
  3. Fatima Charrihi, 60 anni – Francia (originaria del Marocco)
  4. Sean Copeland, 51 anni, e Brodie Copeland, 11 anni – Usa Texas
  5. Timothé Fournier, 27 anni – Francia
  6. Emmanuel Grout, 48 anni – Francia
  7. Mehdi H., 12 anni – Francia
  8. Olfa Bent Souayah Khalfallah, 31 anni – Francia (Originaria della Tunisia)
  9. Bilal Labaoui, 25 anni – Tunisia
  10. Michaël Pellegrini, 28 anni – Francia
  11. François et Christiane Locatelli, 82 et 78 anni – Francia
  12. Véronique Lion, 55 anni – Francia
  13. Gisèle et Germain Lion, 68 et 63 anni – Francia
  14. Robert Marchand, 60 anni – Francia
  15. Viktoria Savtchenko, 20 anni – Russia
  16. Mohamed Toukabri, 50 anni circa – Tunisia
  17. Igor Chelechko, 48 anni – Belgio (Originario della Russia)
  18. Magdalena et Marzena Chrzanowska, 21 et 20 anni – Polonia
  19. Roman Ekmaliyan, 56 anni – Georgia
  20. Mino Razafitrimo, 31 anni – Francia (Originario del Madagascar)
  21. Zahia Rahmouni, 70 anni – Algeria
  22. Laurence Tavet, 49 anni – Francia – Morta con due figli piccoli, tra cui Yanis di 7 anni
  23. Amie V. 12 anni – Francia

ITALIANI – Ancora nessuna notizia su possibili italiani deceduti. Sono scesi a 5 (rispetto ai 30 iniziali) i connazionali dispersi di cui non si ha traccia. Sono i coniugi di Voghera Angelo D’Agostino (71 anni) e Gianna Muset (68) con i loro amici Mario Casati e Maria Grazia Ascoli. Si cerca ancora Carla Gaveglio di Piasco (Cuneo), madre di una ragazza di 14 anni Matilde, ricoverata in ospedale con il nonno-eroe Gaetano Moscato, cui hanno dovuto amputare una gamba perché travolto dal camion attentatore, dopo essersi gettato addosso alla nipote salvandole la vita.

Secondo il ministro della sanità francese Marisol Touraine, tra i morti e i feriti ci sarebbero una decina di persone della comunità russa di Nizza. «Almeno 17 stranieri figurano tra i morti» ha detto il ministro. Ma sui nomi ancora nessun riscontro.

 

AGGIORNAMENTO 18 LUGLIO ore 22.30 – PRIMA VITTIMA ITALIANA

È Mario Casati, 90 anni di Milano, la prima vittima italiana della strage di Nizza, ufficialmente comunicata dalle autorità francesi al Ministero degli Esteri italiano oggi lunedì 18 luglio. Nessuna conferma invece per la sua compagna Maria Grazia Ascoli, 77 milanese, per una coppia di loro amici: Angelo D’Agostino (71 anni) e Gianna Muset (68) di Voghera. Non è difficile pensare che i quattro fossero vicini tra loro al momento dell’attentato. Continua ancora la ricerca di Carla Gaveglio di Piasco (Cuneo). Gli italiani dispersi ora sono scesi da cinque a quattro.

 

AGGIORNAMENTO 19 LUGLIO ore 15.00 – SEI LE VITTIME ITALIANE 

La notizia che si temeva è arrivata nella mattinata di oggi 19 luglio, quando la Farnesina ha comunicato di avere avuto conferma dalle autorità francese sulla morte dei due coniugi di Voghera Gianna Muset e Angelo D’Agostino, oltre a quelle di Mario Casati e della sua compagna Maria Grazia Ascoli, entrambi milanesi. Nell’attentato del 14 luglio sono morti anche Carla Gaveglio e Nicolas Leslie, uno studente di 20 anni nato in Italia ma trasferito da piccolo con la sua famiglia a Del Mar, una cittadina vicino a San Diego in California. Frequentava il terzo anno alla University of California (Berkeley) e si trovava a Nizza per un programma di interscambio universitario.

da sin in alto: Angelo D'Agostino e Gianna Muset, Carla Gaveglio,  Nicolas Leslie, Maria Grazia Ascoli e Mario Casati

da sin in alto: Angelo D’Agostino e Gianna Muset, Carla Gaveglio, Nicolas Leslie, Maria Grazia Ascoli e Mario Casati

 

ARTICOLO PRECEDENTE 14 lug 2016

Attacco a Nizza: camion sulla folla. Morti e feriti

 

 

Tags: ,

Lascia un commento

Logo Osservatore

Osservatore Libero

Oltre la Cronaca. News, report e commenti
Chi siamo

Seguici su:

Collegati

Previsioni Meteo a cura dell’Aeronautica Militare