Migranti: 1000 salvati nel Mediterraneo in un solo giorno

Marinai di Nave Borsini davanti a un barcone con 450 migranti nel Mediterraneo

Marinai di Nave Borsini davanti a un barcone con 450 migranti nel Mediterraneo oggi 19 luglio

ROMA – Senza sosta l’arrivo di migranti in Italia dal Mediterraneo. Oltre 1000 persone sono state salvate in un solo giorno dalla Marina Militare. È successo martedì 19 luglio nel canale di Sicilia dove sono presenti unità navali impegnate nell’operazione «Mare Sicuro». Fino dall’alba sono stati attivati numerosi soccorsi su imbarcazioni provenienti dalle coste nord orientali libiche.

SAR – In prima linea il pattugliatore Comandante Borsini, che ha soccorso un barcone con circa 400 migranti ed un gommone con 120 persone, entrambi in precarie condizioni di stabilità. In zona la fregata Grecale ha raccolto altri 120 migranti da un gommone, mentre la fregata multiruolo Carlo Margottini ha invece effettuato attività di Sar (Search and rescue, ricerca e salvataggio) su quattro gommoni dove c’erano almeno 450 persone.

Oltre 100 migranti su un gommone in attesa di soccorso

Oltre 100 migranti su un gommone in attesa di soccorso

 

70 MILA – Intanto Frontex, l’Agenzia europea per la gestione della cooperazione operativa alle frontiere esterne, ha segnalato che in un solo mese (giugno 2016) i migranti arrivati in Italia sono aumentati di circa il 24% rispetto al mese precedente. Nel primo semestre 2016 il totale dei migranti arrivati in Italia è di circa 69.500 persone, in linea con quelli dello stesso periodo del 2015.

NAZIONALITÀ – I nigeriani rappresentano la maggioranza (17%) di tutti i migranti trovati sulle rotte del Mediterraneo centrale, seguiti da persone che arrivano principalmente da Eritrea e Sudan. Intanto sul Mediterraneo orientale i flussi in arrivo in Grecia si sono ridotti del 95% rispetto al Giugno 2015 («appena» 1450 persone) provenienti principalmente da Siria, Pakistan, Afghanistan e Iraq. Insomma quasi tutti puntano ad arrivare in Italia.

FIRENZE – Sul fronte dell’accoglienza nelle regioni italiane si segnala anche una nota positiva nella zona del Mugello, in provincia di Firenze. Nasce un giornale bimestrale realizzato dai migranti per raccontare le loro storie di sofferenza e di speranza. Si chiamerà «La nostra voce» e verrà distribuito ogni due mesi in 200 copie gratuite grazie al lavoro di oltre 10 profughi richiedenti asilo ospitati nelle strutture d’accoglienza gestite dalla cooperativa sociale «Il Cenacolo» che ha sede a Firenze.

I migranti ospitati dal Cenacolo nel Mugello arrivano da Senegal, Gambia, Burkina Faso, Zambia, Ghana, Mali. Tutti insieme si ritroveranno giovedì 21 luglio alle 18 per incontrare i cittadini in occasione dell’evento «Apericena dal Mondo» a Molino di Sopra – Luco di Mugello, presso il centro di accoglienza straordinaria gestito dal Cenacolo.

Tags: ,

Sandro Addario

Sandro Addario

Lascia un commento

Logo Osservatore

Osservatore Libero

Oltre la Cronaca. News, report e commenti
Chi siamo

Seguici su:

Collegati

Previsioni Meteo a cura dell’Aeronautica Militare