Lido di Camaiore, «Sos bimbi» via WhatsApp

La spiaggia del Lido di Camaiore

La spiaggia del Lido di Camaiore

LIDO DI CAMAIORE (Lu) – Sarà più facile poter ritrovare un bambino si perde sulla spiaggia del Lido di Camaiore in Versilia. È come l’uovo di Colombo. Si tratta di un gruppo su WhatsApp dal nome «Sos Bimbi», attivato tra tutti i bagnini e tutto il personale degli oltre 90 stabilimenti presenti sul litorale del Lido.

Chi perde un bambino (ma non è difficile pensare anche un adulto in difficoltà) può rivolgersi subito ad un bagnino che si metterà in contatto «in tempo reale» con gli altri colleghi della zona perché venga rafforzata la sorveglianza sul litorale.

«In queste prime settimane dell’estate 2016 – conferma Luca Petrucci, presidente dei balneari di Lido di Camaiore – abbiamo già ritrovato e riconsegnato ai genitori alcuni bambini. Al gruppo di WhatsApp abbiamo anche aggiunto alcuni esponenti delle forze dell’ordine, polizia e carabinieri, e della polizia municipale di Camaiore. Se una famiglia ‘perde’ il bambino, si allontana troppo, noi avvisiamo in tempo reale tutto il personale, dando indicazioni sul nome del bimbo, età, corporatura, colore del costume e ogni altro particolare per renderlo riconoscibile».

«Due giorni fa – aggiunge la vicepresidente Nicoletta Vespa – è stato ritrovato un bimbo nel giro di un minuto a 500 metri dalla famiglia che lo stava cercando».

Tutti gli stabilimenti balneari aderenti stanno affiggendo, in questi giorni, una locandina che pubblicizza il servizio: un manifesto verde con il disegno di un bambino e la scritta «Io sono qua». Semplice le spiegazione (tradotta in quattro lingue, oltre all’italiano in inglese, francese, tedesco e russo): «Se smarrisci il tuo bambino vieni in direzione e noi saremo il tuo aiuto».

 

Tags: , , , ,

Lascia un commento

Logo Osservatore

Osservatore Libero

Oltre la Cronaca. News, report e commenti
Chi siamo

Seguici su:

Collegati

Previsioni Meteo a cura dell’Aeronautica Militare