Foto di suore al mare: riaperta la bacheca Fb dell’Imam di Firenze

Il profilo Facebook di Izzedin Elzir nuovamente  aperto

Il profilo Facebook di Izzedin Elzir nuovamente aperto

FIRENZE – Chiusa ma riaperta dopo poche ore la bacheca Facebook dell’Imam di Firenze Izzedin Elzir, che è anche presidente dell’Unione delle Comunità Islamiche d’Italia (Ucoii). È successo oggi venerdì 19 agosto. La notizia, circolata da subito, è che il «blocco» dell’accesso alla bacheca sarebbe stata la conseguenza della pubblicazione di una foto (senza nessun commento) che ritraeva un gruppo di suore in riva al mare, con il loro abito religioso.

Suore al mareUna foto che nel giro di poco tempo aveva ottenuto oltre 2500 condivisioni e commenti. Sembrava di fatto una censura alla pubblicazione di quell’immagine delle suore, ma tutto si è risolto in poche ore, tanto è vero che ora la bacheca è di libero accesso e la foto è stata conservata.

La storia aveva acceso ancora di più il dibattito sull’opportunità o meno di vietare alle donne musulmane l’uso del burkini, il costume che copre integralmente il corpo, per fare il bagno in mare e nelle piscine. I primi divieti – per motivi di ordine pubblico – sono partiti da alcuni comuni francesi, primo tra i quali Cannes e ai quali oggi si è aggiunta anche Nizza. Anche il primo ministro Walls si era detto contrario al burkini, pur escludendo di pensare a una legge nazionale che lo vietasse.

Sulla questione «burkini» l’Imam fiorentino aveva spiegato in un’intervista che «è la dimostrazione di una ‘discultura’ in Occidente dove si pensa che i musulmani non seguano la moda. Pochi anni fa, quel costume (perché è un costume da bagno) non c’era. È l’idea di una ragazza musulmana. Ora va di moda: negli Usa lo comprano le americane, mica solo le musulmane. Da noi è una novità, tra 5 anni magari diventa moda anche qui. E mi dispiace che amministratori comunali e qualche politico in Francia, invece di rispondere alle esigenze dei cittadini su politica ed economia, si occupino di come si vestono le musulmane».

E il blocco sulla bacheca di Facebook? Una bufala estiva o comunque un malinteso. In un messaggio inviato allo stesso Elzir gli amministratori del social network avevano spiegato di aver sospeso il profilo dopo le segnalazioni di alcuni utenti, che lo indicavano come fittizio, intestato a una persona inesistente. «Mi hanno chiesto di inviare copia di un documento d’identità per dimostrare che sono una persona vera» ha detto Elzir. Cosa che ha puntualmente fatto. Tanto è vero che la «censura» è subito rientrata.

 

TI POTREBBE INTERESSARE :

17 ago 2016

Burkini, condannato in Francia e assolto in Italia

12 ago 2016

Cannes vieta il burkini in spiaggia alle donne musulmane

 

 

Tags:

Lascia un commento

Logo Osservatore

Osservatore Libero

Oltre la Cronaca. News, report e commenti
Chi siamo

Seguici su:

Collegati

Previsioni Meteo a cura dell’Aeronautica Militare