Accademia Navale 2016: battesimo in mare per il corso Ateires (VIDEO-FOTO)

Gli allievi del corso Ateires sugli alberi di Nave Vespucci

Gli allievi del corso Ateires sugli alberi di Nave Vespucci

MARE DEL NORD – Hanno urlato «Ateires» (nella mitologia greca sinonimo di indomabile e invincibile) di fronte alle onde del mare. E queste, tutt’altro che indifferenti, hanno risposto con molte increspature quasi volessero festeggiare anche loro. È il nome che i 100 cadetti della 1ª classe dell’Accademia Navale hanno dato al loro corso, dopo due giorni e due notti chiusi in «conclave» in uno spartano locale della Nave Vespucci.

BIFRONTE – Se si legge al contrario, ecco che spunta anche una rara parola bifronte. «Ateires» in greco diventa «serietà» in italiano. Non si sa se la scelta è voluta e studiata a tavolino o una fortunata coincidenza. Sta di fatto che entrambi i significati accompagneranno l’impegnativo percorso dei cadetti di oggi e dei futuri comandanti della Marina Militare di domani.

IN  MARE – Sono le 17,22 bravo (ora dell’Europa Occidentale) di oggi 2 settembre 2016. Il battesimo del corso avviene nel mare del Nord, al largo delle coste di Danimarca e Germania. Il punto esatto: 55° 20’78” latitudine nord, 6° 13’04” longitudine est. È questo il momento in cui gli allievi. arrivati sui pennoni dell’albero di maestra di Nave Vespucci, sventolano la loro bandiera  a oltre 50 metri dal ponte di coperta.

VIDEO

 

 

FOTOGALLERY 1 

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

CONCLAVE – Per decidere il nome che salderà la loro appartenenza per tutta la vita militare (e anche dopo),  i 100 allievi sono rimasti per due giorni e due notti in «conclave» in un locale non più grande di 100 metri quadrati. Un metro quadrato a testa, centimetro più centimetro meno. La stanchezza e la tensione si dissolvono però in un attimo a contatto con l’aria di mare e il vento a 20 nodi. Come veri e propri ragni i futuri ufficiali di Marina salgono rapidamente sull’albero più alto del Vespucci, sotto l’occhio vigile dei nocchieri della nave. È il momento tanto atteso fin dal primo giorno di Accademia, un anno fa esatto.

BANDIERA – Cori, urla ritmate, facce sorridenti a 360 gradi. Dopo poco i ragazzi del corso Ateires vengono raggiunti sul pennone anche dal capitano di vascello Curzio Pacifici, comandante del Vespucci e dal capitano di fregata Francesco Marzi, comandante alla 1ª classe dell’Accademia, il «loro» comandante. Foto ricordo a centinaia, filmati e webcam fanno da contorno all’evento. Orgogliosi i cadetti sfoderano la bandiera che hanno cucito da loro durante il «ritiro».  Sullo sfondo blu (uno dei quattro colori – dopo verde, amaranto e grigio – con cui a rotazione si identificano i corsi dell’Accademia Navale) sono rappresentati guerrieri Einherjar che appartengono alla mitologia del Nord Europa, nonché simboli come una pelliccia di lupo, colonne e una stella che riconducono a Corsi di Accademia che hanno aperto la strada al neo battezzato Ateires.

MOTTO – Non manca il motto:  «Ubi alii vitant, intrepidi pugnamus». Dove gli altri fuggono, noi intrepidi combattiamo. Un impegno di serietà e di compattezza che, preso a 20 anni, è di buon presagio per il futuro. Il maltempo grazia il corso Ateires della pioggia, nonostante un cielo grigio tutto nordico e poco promettente. Ma in compenso, alla discesa dai pennoni, ad attendere gli allievi ci sono abbondanti getti d’acqua (salata naturalmente) da due pompe antincendio, che non risparmiano nessuno. Comandante alla classe compreso. Una tradizione anche quella per il battesimo del corso e … purificatrice al tempo stesso, dopo la clausura di due giorni sottocoperta e l’urgenza di una doccia. Calda o fredda, dolce o salata, non è poi determinante.

 

FOTOGALLERY 2

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

FOTO UFFICIALI (E NON) DEL CORSO ATEIRES 

 

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

 

(CONTINUA – 3) 

 

VEDI ANCHE ARTICOLI E FOTOGALLERY SU : 

8 set 2016 – NAVE VESPUCCI 2016, A TU PER TU AMMIRAGLIO E CADETTI DI MARINA (FOTO)

6 set 2016 – NAVE VESPUCCI È IN BELGIO. BANDIERA ITALIANA AD ANVERSA

4 set 2016 – VITA DI BORDO SU NAVE VESPUCCI 2016, IL VASCELLO DEL 21° SECOLO

31 ago 2016VESPUCCI 2016, IL ‘CONCLAVE’ DEI CADETTI DELL’ACCADEMIA NAVALE (FOTO)

30 ago 2016 – NAVE VESPUCCI 2016: DA COPENAGHEN APPELLO PER SALVARE IL MARE DALLA PLASTICA

 

 

 

Tags: ,

Sandro Addario

Sandro Addario

Lascia un commento

Logo Osservatore

Osservatore Libero

Oltre la Cronaca. News, report e commenti
Chi siamo

Seguici su:

Collegati

Previsioni Meteo a cura dell’Aeronautica Militare