Alluvione di Firenze 50 anni dopo: il programma delle celebrazioni

Alluvione di Firenze, una tragica scena di piazza del Duomo

Alluvione di Firenze, una tragica scena di piazza del Duomo

FIRENZE – A 50 anni dalla tragica alluvione del 4 novembre 1966, Firenze ricorda la tragedia di quei giorni. Ci furono 35 vittime, 17 in città e 18 in provincia (nomi). L’inondazione dell’Arno provocò danni non solo nel centro storico di Firenze, ma in tutta la sua provincia. Per settimane la città restò nel fango mescolato alla nafta. Per molti giorni ci furono interi quartieri senza luce e senza acqua. Danni ancora oggi incalcolabili al patrimonio artistico e culturale.

Questo il programma delle principali manifestazioni previste per ricordare quanto accadde in quei giorni.

4 novembre 2016

Ore 9 – Consiglio comunale straordinario nel Salone dei Cinquecento di Palazzo Vecchio. A seguire, nella stessa sala, il raduno degli Angeli del fango, dove verrà presentata l’intervista inedita a Franco Zeffirelli realizzata dalla RAI. Il maestro Giuseppe Lanzetta eseguirà con l’Orchestra da camera Fiorentina due brani composti per l’occasione. La cerimonia si chiuderà alle ore 13.

Ore 11.30 – Messa in Santa Croce celebrata dal Cardinale Giuseppe Betori. Al termine un corteo raggiungerà Ponte alle Grazie per la deposizione di una corona in Arno in memoria delle vittime.

Ore 15 – Cerimonia di ricollocazione del restauro dell’Ultima cena di Vasari in Santa Croce alla presenza del Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella

Ore 16 – Visita privata del Presidente della Repubblica al giornale ‘La Nazione’

Ore 17 – Cerimonia ufficiale nel Salone dei Cinquecento di Palazzo Vecchio alla presenza del Presidente della Repubblica.

Ore 20 – Fiaccolata dalla Basilica di San Miniato al Monte a Piazza Santa Croce.

Unity in Diversity, convegno internazionale dei sindaci

Palazzo Vecchio 2-4 novembre: convegno dei sindaci di tutto il mondo, dedicato quest’anno alla prevenzione del rischio idraulico e idrogeologico nelle città attraversate da corsi d’acqua. La mattina del 4 novembre saranno presentati i risultati della tre giorni di studio e riflessione, raccolti in una formale dichiarazione, chiamata Carta di Firenze 2016.

Ricordo di Piero Bargellini, il sindaco dell’alluvione

Fino al 13 novembre nella Casa della memoria-Studio di Piero Bargellini, via delle Pinzochere 3, si può visitare la mostra dedicata a “Gli Alluvionati e il loro Sindaco, testimonianze inedite nello studio di Piero Bargellini”. Per info e prenotazioni tel. 055/241724 335.6878554

Giornata del Volontariato

Il 6 novembre, giornata del Volontariato organizzata dalla Regione Toscana insieme al Dipartimento nazionale di Protezione Civile. Durante tutta la giornata sarà allestita in Piazza Santa Croce una cittadella della protezione civile.

Videomapping sul Ponte Vecchio

La sera del 4 novembre (e ogni sera per le due settimane successive) un installazione di videomapping, a cura dell’Archivio Fotografico Locchi, racconterà cosa successe in uno dei luoghi simbolo di Firenze, il Ponte Vecchio.

Memoria dei fiorentini

Dal 28 ottobre al 31 gennaio l’Archivio storico del Comune di Firenze (sala delle esposizioni, via dell’Oriuolo 35) ospita la mostra «L’Arno in Città- L’ alluvione del 4 novembre 1966 nella memoria dei fiorentini». Raccogliendo in archivi digitali le foto di famiglia, gli scritti e i documenti dei cittadini che intendono contribuire al progetto, si potranno così mettere a disposizione degli studiosi materiali fondamentali per capire e ricostruire anche la storia sociale della città.

Orario: da lunedì a venerdì, ore 10-13. Per prenotazione visite guidate e animazioni per le scuole: prenotazioni.archiviostorico@comune.fi.it

Tutto il programma completo delle manifestazioni promosse per i 50 anni dall’alluvione è disponibile in questa pagina del sito del Comune di Firenze

 

IL VIDEO DI QUEI GIORNI CON LA VOCE DI RICHARD BURTON

 

 

 

 

Tags:

Lascia un commento

Logo Osservatore

Osservatore Libero

Oltre la Cronaca. News, report e commenti
Chi siamo

Seguici su:

Collegati

Previsioni Meteo a cura dell’Aeronautica Militare