Elezioni Usa 2016: vince Trump contro tutti

Il prossimo presidente Usa Donald Trump con la moglie Melania

Il prossimo presidente Usa Donald Trump con la moglie Melania

WASHINGTON – Il repubblicano Donald Trump sarà il 45° presidente degli Stati Uniti d’America. Ha sconfitto nelle elezioni di martedì 8 novembre la superfavorita democratica Hillary Clinton, sostenuta dalla grande finanza e dallo stesso presidente uscente Barack Obama, che inaspettatamente aveva fatto campagna elettorale contro il suo potenziale successore.

«Ho ricevuto una telefonata da Hillary Clinton – ha detto Trump ai suoi sostenitori alle 8.45 ora italiana di oggi 9 novembre – che si è congratulata con me, con tutti noi. Anch’io mi sono congratulato con lei per il suo grande impegno e per il lavoro che ha svolto. Ora l’America rompa le divisioni e torni a essere unito. Prometto che sarò il presidente di tutti gli americani». «La nostra – ha detto il futuro presidente – non è stata solo una campagna elettorale, ma un grande movimento fatto di americani di ogni razza e religione, che vogliono che il governo sia al servizio della gente». Un accenno anche alla politica estera: «Il nostro paese non è secondo a nessuno. Cercheremo di andare d’accordo con i paesi che vorranno andare d’accordo con noi. Dobbiamo riprendere il destino del nostro paese».

 

I risultati delle elezioni Usa 2016 (fonte New York Times)

I risultati delle elezioni Usa 2016 (fonte New York Times) Mancano Arizona, Michigan e Minnesota

RISULTATI

Questi i risultati, aggiornati alle 9.00 ora italiana, riportati dal New York Times il giornale che dall’inizio della campagna elettorale si era apertamente schierato con Hillary Clinton.

  • Donald Trump 47,9% Voti 57.578.347 (mancano Arizona, Michigan e Minnesota)
  • Hillary Clinton 47,3% Voti 56.810.555
  • Senato: 51 seggi ai Repubblicani, 47 ai Democratici
  • Camera dei Rappresentanti: 235 seggi ai Repubblicani, 183 ai Democratici

ELEZIONI 2012

Nel 2012 il democratico Barack Obama vinse con il 51,1% (voti 65.915.795) conquistando 332 Grandi elettori. Fu sconfitto il repubblicano Mitt Romney con il 47,2% (voti 60.933.504) che conquistò appena 206 Grandi elettori. Come noto sono questi ultimi i delegati che il 19 dicembre prossimo eleggeranno ufficialmente il 45° Presidente degli Stati Uniti, che presterà giuramento ed entrerà in carica il 20 gennaio 2017. Bizzarre queste elezioni americane, dove il presidente non viene eletto direttamente dai cittadini ma solo attraverso il «filtro» di una maggioranza di almeno 270 delegati.

CARRO DEL VINCITORE

Sconcerto e delusione tra i sostenitori di Hillary Clinton, che – al momento – non ha voluto neanche parlare con loro nel quartier generale elettorale a New York, dove ha mandato il suo portavoce. Stesso sconcerto e grande imbarazzo in quasi tutti gli opinionisti – soprattutto qui in Italia – che davano per scontata la vittoria dell’ex first lady.

Sarà curioso vedere anche come reagiranno i politici Usa del partito repubblicano, molti dei quali avevano preso (almeno ufficialmente) le distanze da Trump. Dagli ex segretari di Stato Colin Powell e Condoleza Rice che avevano detto di votare per la Clinton, allo stesso ex presidente George W.Bush che ieri ha detto di aver votato scheda bianca. Ma la risposta crediamo non sarà troppo difficile. Anche negli Stati Uniti vale (ed è sicuramente già cominciata) la corsa sul carro del vincitore.

 

Tags: , ,

Sandro Addario

Sandro Addario

Lascia un commento

Logo Osservatore

Osservatore Libero

Oltre la Cronaca. News, report e commenti
Chi siamo

Seguici su:

Collegati

Previsioni Meteo a cura dell’Aeronautica Militare