Moda, a tre giovani stilisti il premio Giuliacarla Cecchi 2016

cecchi-giuliacarla-2016-17

FIRENZE – Valorizzare e incoraggiare i giovani talenti della moda. Questo lo scopo del Premio Internazionale Giuliacarla Cecchi giunto alla sua terza edizione. I premiati 2016 sono Simone Daneluzzo di Portogruaro (Venezia), Bhawna D’Anella di Castellanza (Varese) e Claudia Piccini di Firenze.

La novità di quest’anno è anche che tutte le 19 indossatrici dei modelli presentati sono danzatrici della Scuola del Balletto di Toscana, dirette dalla coreografa Judith Vincent. Un’occasione – è stato osservato – dove musica, moda, stile e danza è come se fossero una grande sinfonia. Dove il vestito non viene solo indossato ma segue il corpo in tutti i suoi movimenti.

La premiazione del concorso è avvenuta in base al voto del folto pubblico di invitati a Palagio di Parte Guelfa, nella serata del 13 novembre. È la data di nascita dell’indimenticata stilista fiorentina, scomparsa nel 2005, la cui opera è portata avanti da Pola Margherita Cecchi, titolare della Maison d’Alta Moda che porta il nome della madre.

I vincitori del premio sono stati scelti tra un gruppo di giovani stilisti promettenti da tutto il mondo, a loro volta selezionati tra decine di progetti pervenuti al comitato promotore del concorso. Questi i nomi degli altri candidati che hanno ottenuto la «nomination»: Irene Antonius (Indonesia), Martina Ghezzi (Fidenza), Simone La Bella (Messina), Marcella Lipani (Monguzzo Como), Anna Patrini (Casaletto Vaprio Cremona), Simone Bartolotta (Italia), Salvatore Martorana (Palermo), Niusha Sheikholeslami (Dubai), Subandi (Singapore), Veronica Viadana (Brescia).

Una serata d’eccezione quella nel salone Brunelleschi a Palagio di Parte Guelfa, condotta dalla giornalista Veronica Maffei,  dove, dopo la sfilata dei modelli creati dai concorrenti in gara, si è svolta una presentazione di «capsule collections» di Eros Razzi e Massimiliano Zumbo. Si tratta di due giovani stilisti di successo che hanno partecipato alle due precedenti edizioni del Premio Giuliacarla Cecchi. Oggi fanno parte di diritto di «Firenze e il Sistema Copernicano della moda», associazione culturale no profit nata nel 2015 per idea di Pola Cecchi e destinata, a fianco del Premio Internazionale, alla valorizzazione dei giovani talenti emergenti nel campo della moda internazionale.

Al termine la presentazione di eleganti modelli creati da Pola Cecchi sulle note di Carmina Burana, tra i meritati applausi e la standing ovation del pubblico.

 

FOTOGALLERY

Questo slideshow richiede JavaScript.

SEGUE AGGIORNAMENTO

 

Tags:

Sandro Addario

Sandro Addario

Lascia un commento

Logo Osservatore

Osservatore Libero

Oltre la Cronaca. News, report e commenti
Chi siamo

Seguici su:

Collegati

Previsioni Meteo a cura dell’Aeronautica Militare