Firenze, crolla una villetta: travolta una famiglia a Bagno a Ripoli. Morta la madre

Vigili del Fuoco scavano nella villetta a Bagno a Ripoli

Vigili del Fuoco scavano nella villetta a Bagno a Ripoli

FIRENZE – Una donna morta e tre feriti gravi, il marito e due figlie. Così una famiglia è stata travolta dall’esplosione della propria casa a Bagno a Ripoli, alla periferia sud di Firenze. È successo, per una probabile fuga di gas, giovedì 17 novembre intorno alle 21 in una casa a due piani in via di Villamagna 113, nella frazione Le Nutrici, abitata dalla famiglia Mantione.

Sul posto 118, Carabinieri e Vigili del Fuoco con tre squadre che hanno scavato a lungo tra le macerie. Trovati vivi il padre Roberto Mantione e la figlia Cristal di 7 anni, attualmente ricoverata all’ospedale Meyer e che dovrebbe essere operata. Salva anche l’altra figlia Gemma di 10 anni che è uscita da sola dalle macerie. Dispersa la madre Valentina. In azione anche un nucleo cinofili.

Le macerie della casa sono state scagliate dall’esplosione fino a una quarantina di metri di distanza. Danneggiate tre auto in sosta.

La Sala di Protezione civile della Città Metropolitana di Firenze ha attivato sue torri faro e del Centro intercomunale Arno Sud Est a supporto delle attività dei Vigili del Fuoco.

Intorno alle 23, da Pisa sono partite per Bagno a Ripoli due squadre di Vigili del Fuoco della sezione Usar Medium (Urban Search & Rescue) specializzate nella ricerca di persone sotto le macerie dei terremoti.

 

AGGIORNAMENTO ORE 2,05 del 18 nov – TROVATA MORTA 

È stato trovato senza vita il corpo della madre Valentina Mantione. Iniziate le operazioni di recupero sotto le macerie. La donna è stata trovata sotto un cumulo di macerie alto oltre due metri, all’interno della casa poco dopo l’ingresso. Per lei non c’è stato niente da fare.

 

AGGIORNAMENTO ORE 4,00 del 18 nov – FERITI IN RIANIMAZIONE

Il recupero della salma della donna si è concluso. I tre feriti sono all’ospedale fiorentino di Careggi (il padre) e al pediatrico Meyer le due bambine. L’uomo è ricoverato in prognosi riservata nel reparto rianimazione di Careggi. Le sue condizioni sono definite stabili. Le due bambine sono anche loro in prognosi riservata in rianimazione al Meyer. La più piccola, Cristal di 7 anni, è in condizioni più critiche.

 

DANNI ALLE CASE VICINE

L’esplosione sembrerebbe dovuta a una fuga di gas dall’impianto a gpl dell’abitazione. Sono in corso accertamenti precisi ma l’ambiente sarebbe stato saturo di gas quando la famiglia, verso le 20,30, è rientrata in casa e ha acceso la luce. La scintilla del contatto elettrico è stata fatale e la casa è letteralmente esplosa. «Peggio di un terremoto» ha detto il sindaco di Bagno a Ripoli Francesco Casini. Il «botto» è stato sentito fino dall’altra riva dell’Arno. Da Compiobbi una delle prime telefonate ai Vigili del Fuoco. L’esplosione ha coinvolto due edifici vicini. Almeno uno è inagibile.

 

La villetta crollata a Bagno a Ripoli

La villetta crollata a Bagno a Ripoli (foto Città Metropolitana Firenze)

 

crollo-villetta-3

 

 

 

 

 

Tags: ,

Lascia un commento

Logo Osservatore

Osservatore Libero

Oltre la Cronaca. News, report e commenti
Chi siamo

Seguici su:

Collegati

Previsioni Meteo a cura dell’Aeronautica Militare