Firenze, arrestati dai carabinieri cinque ladri d’appartamento

Una gazzella dei Carabinieri

Le indagini sono state svolte dai Carabinieri della Stazione di San Casciano Val di Pesa (Firenze)

FIRENZE – Arrestati dai Carabinieri cinque ladri d’appartamento che avevano effettuato colpi nella zona di San Casciano Val di Pesa e nel Chianti fiorentino tra la fine del 2015 e la primavera del 2016. Sono finiti in carcere oggi 23 dicembre due uomini e tre donne, pluripregiudicati, componenti di una famiglia rom originaria della ex Jugoslavia. Di notte dormivano in un campo nomadi di Sesto Fiorentino e di giorno «lavoravano» nella zona sud di Firenze.

Si tratta di due fratelli: Zlato Djurdjevic (40 anni), Gianni Djurdejevic (28 anni). Con loro sono finite in carcere a Sollicciano tre donne: Danica Jovanovic (33 anni), Viyoleta Djurdjevic (35 anni) e Silvana Jankovic (32 anni).

Le indagini che hanno portato all’arresto dei cinque soggetti sono state svolte dai Carabinieri della stazione di San Casciano e coordinate dal pm Gianni Tei, grazie anche al determinante aiuto di cittadini. Abitanti della zona avevano segnalato ai Carabinieri la presenza di persone sospette, in particolare nell’area dell’ex stabilimento tipografico Stianti, dove ora ci sono alcuni condomini. In un’ occasione un operatore ecologico aveva anche preso il numero di targa di una vettura da cui erano scesi i sospettati e l’aveva passato ai militari.

La tecnica era quasi sempre la stessa. Secondo l’accusa, la «batteria» dei ladri entrava in azione normalmente nel pomeriggio, tra le 17 e le 20, l’ora in cui statisticamente avvengono più furti nelle case per la maggior assenza degli abitanti. Gli uomini restavano in strada a controllare la situazione e mandavano le tre donne a rubare nei condomini. Suonavano ai vari campanelli verificando o meno la presenza di persone negli appartamenti presi di mira. Successivamente le tre nomadi riuscivano ad entrare negli stessi, portando via soprattutto oggetti preziosi.

Stamani 23 dicembre, su mandato del Gip di Firenze Matteo Zanobini, è scattato un blitz dei Carabinieri presso il campo nomadi di via Madonna del Piano a Sesto Fiorentino, poco distante dal Polo Scientifico, dove alloggiano un centinaio di persone. Personale della Compagnia di Scandicci e del 6° Battaglione Mobile Toscana ha presidiato la zona per evitare eventuali situazione di tensione. Tutto si è svolto in «modo chirurgico» in quanto i carabinieri sapevano chi e dove cercare. Non si sono verificati né incidenti né tentativi di reazione. I due fratelli Djurdjevic e le tre donne sono stati prelevati e accompagnati al carcere di Sollicciano a disposizione dell’Autorità giudiziaria. L’unico problema è quanto ci resteranno, almeno le donne che, a quanto avrebbero dichiarato, potrebbero essere incinte. Come nella prassi in situazioni del genere.

LE FOTO DEGLI ARRESTATI DIFFUSE DAI CARABINIERI
Zlato Djurdjevic

Zlato Djurdjevic

 

Gianni Djurdjevic

Gianni Djurdjevic

 

Danica Jovanovic

Danica Jovanovic

 

Viyoleta Djurdjevic

Viyoleta Djurdjevic

 

Silvana Jankovic

Silvana Jankovic

 

 

 

Tags: ,

Sandro Addario

Sandro Addario

Lascia un commento

Logo Osservatore

Osservatore Libero

Oltre la Cronaca. News, report e commenti
Chi siamo

Seguici su:

Collegati

Previsioni Meteo a cura dell’Aeronautica Militare