Ponte della Befana 2017 tra gelo e neve. Crollano le temperature

Neve e gelo in arrivo per la Befana 2017

Neve e gelo in arrivo per la Befana 2017

ROMA – Ponte della Befana 2017 sottozero con vento di tramontana, gelo e nevicate particolarmente estese al Centro Sud. Gli unici contenti saranno coloro che avevano programmato un week end in montagna. Indispensabile essere attrezzati con gomme invernali o con catene da neve, anche se si resta in città. Come pure è necessario controllare che le condutture dell’acqua potabile e il contatore siano ben riparati dal gelo In qualche caso non sarà male lasciare scorrere un piccolo filo d’acqua da un rubinetto, per evitare che si formi ghiaccio nelle tubature. Che nella migliore delle ipotesi vuole dire restare senza acqua per diversi giorni, finché la temperatura esterna non risalga decisamente. Nella peggiore vuol dire rottura di tubi e in qualche caso anche di termosifoni, specie se vecchi.

Ad esempio nella notte della Befana (venerdì 6 gennaio)  si attendono minime di -4 a Roma, -3 a Napoli, -7 a Torino. Ulteriore diminuzione nella notte di sabato. Queste le previsioni fornite dal Servizio Meteorologico dell’Aeronautica Militare.

Giovedì 5 gennaio

  • Nord in prevalenza sereno
  • Centro e Sardegna: ampie schiarite tranne precipitazioni diffuse a prevalente carattere nevoso su Marche Centro-meridionali, Abruzzo ed Umbria orientale anche in pianura.
  • Sud e Sicilia: precipitazioni anche a carattere nevoso, in pianura in Molise e Puglia garganica.
  • Neve in collina su Sicilia, Basilicata e Campania.

Temperature minime in aumento in pianura padana, regioni centrali peninsulari e sulle due isole maggiori. In diminuzione sulle zone alpine. Senza variazioni di rilievo altrove. Le massime in deciso calo in corrispondenza dei rilievi, sulle regioni Centrali adriatiche e regioni meridionali peninsulari. In leggero aumento in pianura padana, senza variazioni di rilievo altrove.

Venti: ovunque di provenienza settentrionale. Da moderati a forti al nord. Forti o molto forti sul resto del territorio.

Mari tutti agitati o molto agitati ad eccezione del mar Ligure che sotto costa risulterà poco mosso o mosso.

Venerdì 6 gennaio

Tempo stabile e soleggiato al nord. Molto nuvoloso al centro con possibilità di neve anche in pianura su Marche e Abruzzo. Maltempo diffuso al meridione con precipitazioni da sparse a diffuse. Nevicate anche a quote basse su Campania e Basilicata.

Venti ancora forti o molto forti sulle regioni centro-meridionali e sulle due isole maggiori ma in attenuazione su Sardegna. Mari agitati o molto agitati specie i bacini centro-meridionali.

Sabato 7 gennaio

Maltempo in graduale attenuazione al centro-sud nonostante ancora la possibilità di nevicate a bassa quota sulle regioni adriatiche, nelle zone interne peninsulari, sul settore ionico e su Sicilia Settentrionale durante la prima parte della giornata.

Nubi alternate a schiarite anche ampie sul resto del territorio ma con nuvolosità in aumento su Sardegna, Liguria e coste della Toscana

Domenica 8 gennaio

Ancora qualche nevicate sui settori confinali alpini, qualche debole pioggia su Sardegna e regioni centrali, specie tirreniche, così come su Sicilia settentrionale, Puglia e Calabria ionica

AGGIORNAMENTI METEO

Segui qui gli aggiornamenti in tempo reale del Servizio Meteorologico dell’Aeronautica

 

 

Tags: ,

Lascia un commento

Logo Osservatore

Osservatore Libero

Oltre la Cronaca. News, report e commenti
Chi siamo

Seguici su:

Collegati

Previsioni Meteo a cura dell’Aeronautica Militare