Palazzo Vecchio: il Salone dei Cinquecento splende di luce nuova (Video)

Nuova luce nel Salone dei Cinquecento in Palazzo Vecchio

Nuova luce nel Salone dei Cinquecento in Palazzo Vecchio

FIRENZE – Nuova luce nel Salone dei Cinquecento di Palazzo Vecchio a Firenze. Un suggestivo impianto di illuminazione, tutto a led, è stato inaugurato lunedì 27 marzo dal sindaco Dario Nardella, che arricchirà ancora di più uno dei più belli luoghi artistici del mondo. L’iniziativa è partita da Confindustria Firenze, che ha finanziato la sua intera realizzazione, costata 300 mila euro e portata avanti da Targetti Sankey Spa e Silfi Spa sulla base di un’analisi scientifica svolta dalla facoltà di Ingegneria dell’Università di Firenze. Un’iniziativa tutta «made in Florence» è stato sottolineato dallo stesso sindaco Nardella, che – con un neologismo 2.0 – ha anche annunciato che presto Firenze sarà la prima città tutta «leddizzata» con oltre 35.000 punti luce rinnovati.

L’idea di inondare di più luce il Salone dei Cinquecento era partita da Simone Bettini, presidente di Confindustria Firenze dal 2011 al 2015, che al termine del suo mandato si era fatto promotore di un’iniziativa che potesse lasciare un segno tangibile in città da parte degli imprenditori fiorentini. «Un investimento sulla nostra città – ha confermato oggi il presidente designato 2017-2019 Luigi Salvadori – che rimette al centro Confindustria Firenze e le imprese rappresentate, come una comunità dentro la comunità». «È un programma imprenditoriale – ha sottolineato Salvadori – che dimostra di fare e non limitarsi a chiedere di fare».

Sono 140 le nuove lampade a led di ultima generazione prodotte da Targetti Sankey, in grado di eliminare anche raggi ultravioletti e infrarossi. Un consumo di energia elettrica che si riduce del 50%, da 18 a 9 kilowatt. Inevitabile qui l’ironia fiorentina: gli imprenditori pagano, il Comune risparmia. Ma andiamo avanti.

da destra Luigi Salvadori, Dario Nardella, Simone Bettini

da destra Luigi Salvadori, Dario Nardella, Simone Bettini nel “nuovo” Salone dei Cinquecento

Già visibile al pubblico dalle 19,30 di lunedì 27 marzo, la nuova illuminazione del Salone de’ Cinquecento avrà il suo battesimo ufficiale giovedì 30 in occasione del concerto di Riccardo Muti (con l’orchestra e coro del Maggio Musicale Fiorentino) in occasione del G7 della Cultura a Firenze. Domenica 2 aprile (prima del mese) apertura gratuita del Salone ai residenti nell’area metropolitana di Firenze.

Altra novità del Salone dei Cinquecento è un nuovissimo impianto audio. Perfettamente collaudato e funzionante al via della nuova illuminazione, è stato prodotto da K-Array e installato da Expomeeting, entrambe aziende del territorio. È composto da due colonne della lunghezza di 3 metri ciascuna, capaci di coprire efficacemente l’intero salone, nonostante i suoi 54 metri di lunghezza.

E già si pensa a un nuovo impianto di climatizzazione. Nel salone dei Cinquecento fa ancora troppo freddo d’inverno e poco fresco d’estate. Ci vorrà ancora tempo. E soprattutto – dice il sindaco Nardella – uno sponsor. Chi ha orecchi per intendere si faccia avanti.

 

L’IDEA DI SIMONE BETTINI

 

IL VIDEO DEI LAVORI E IL RISULTATO FINALE

Tags: ,

Sandro Addario

Sandro Addario

Lascia un commento

Logo Osservatore

Osservatore Libero

Oltre la Cronaca. News, report e commenti
Chi siamo

Seguici su:

Collegati

Previsioni Meteo a cura dell’Aeronautica Militare