Melania Trump veste made in Italy e il New York Times la critica

Melania Trump, la nuova First Lady Usa

Melania Trump, la nuova First Lady Usa

NEW YORK – Non manca giorno in cui la stampa americana attacchi il presidente repubblicano Trump, in particolare il New York Times da (quasi) sempre vicino al potere dei Democratici. Questa volta nel mirino c’è la first Lady Melania Trump, dopo la pubblicazione della sua foto ufficiale sul sito della Casa Bianca.

La foto ufficiale di Melania Trump

La foto ufficiale di Melania Trump

Il quotidiano newyorchese – in data 4 aprile – dedica all’evento un lungo articolo a firma (non a caso) di una donna, la giornalista Vanessa Friedman. Cosa c’è questa volta che non va ai Dem di Manhattan? È l’elegante giacca nera indossata da Melania, che – dice lo stesso New York Times addirittura nel titolo – è di Dolce & Gabbana. Quindi made in Italy e non made in Usa, come ironicamente sottolinea l’articolo. Un’apparente contraddizione con quanto il neo presidente ha sostenuto durante la sua campagna elettorale e al momento del suo insediamento alla Casa Bianca con il motto «Buy American», comprare americano.

Quello che non va proprio giù è che la first Lady abbia scelto di vestirsi italiano proprio nella foto ufficiale, un’occasione unica – dice il Nyt scoprendosi inaspettatamente protezionista – per «promuovere l’industria nazionale e non quella italiana».

La Casa Bianca si sarebbe rifiutata di confermare il nome dello stilista della giacca di Melania Trump. Ci ha pensato Stefano Gabbana, puntualmente ripreso e citato dal New York Times, che sul suo profilo Istragram ha postato la foto della First Lady, con le semplici parole #DGwoman, #MelaniaTrump Thank you, and #MadeinItaly. Quanto è bastato per meritare un titolo pubblicitario che ha fatto il giro del mondo. Con un effetto estremamente maggiore di una pagina a pagamento.

«Il problema – conclude l’articolo più politico che di costume – è che in molte occasioni una giacca è sempre un giacca. Considerato il contesto, questa particolare immagine ufficiale non è però una di queste occasioni». Cosa farà adesso la First Lady? Cambierà la foto ufficiale o telefonerà alla redazione del New York Times, prima di scegliere il guardaroba? È l’argomento del giorno, che preoccupa gli oppositori di Donald Trump.

 

Il titolo del New York Times che fa pubblicità a DG

Il titolo del New York Times più che criticare la First Lady fa pubblicità a Dolce e Gabbana

 

 

Tags: , ,

Sandro Addario

Sandro Addario

Lascia un commento

Logo Osservatore

Osservatore Libero

Oltre la Cronaca. News, report e commenti
Chi siamo

Seguici su:

Collegati

Previsioni Meteo a cura dell’Aeronautica Militare