Firenze, il cardinale Betori per un giorno Vigile del Fuoco (Fotogallery)

da sin. il direttore regionale dei VVFF Gregorio Agresta, il cardinale Giuseppe Betori e il comandante provinciale Claudio Chiavacci

da sin. il direttore regionale dei VVFF Gregorio Agresta, il cardinale Giuseppe Betori e il comandante provinciale Claudio Chiavacci

FIRENZE – «Il vostro è un rosso cardinalizio, anche questo ci fa sentire vicini. Il colore del sangue offerto in aiuto degli altri». Così il cardinale arcivescovo di Firenze, Giuseppe Betori, si rivolge alla rappresentanza di Vigili del Fuoco, schierati nel piazzale della Centrale di via La Farina a Firenze venerdì 19 maggio. Betori è in questi giorni in visita pastorale nella parrocchia di San Francesco di piazza Savonarola, accompagnato dal parroco padre Alessandro.

«Sto visitando le realtà di questa parrocchia – dice il cardinale ai pompieri – e voi siete certamente una delle più significative. Per quello che fate e come lo fate. Con il vostro impegno esaltate nel modo più alto il valore del lavoro».

Betori è accolto al suo arrivo da Gregorio Agresta, Direttore Regionale per la Toscana dei Vigili del Fuoco, dal comandante provinciale Claudio Chiavacci e dal vice comandante Francesco Materazzi.

POMPIERI FIORENTINI

Al cardinale Betori vengono illustrate le attività dei Vigili del Fuoco fiorentini. Oltre 400 pompieri operativi (tra cui alcune donne) che svolgono una media di 32 interventi al giorno in tutta la provincia di Firenze. Dieci le sedi dislocate nella provincia: Firenze Centrale, Firenze Ovest, Empoli, Petrazzi, Figline, Pontassieve, Borgo San Lorenzo. A queste si aggiungono i distaccamenti di Calenzano e Marradi (formati da personale volontario) e quello all’interno dell’Aeroporto Amerigo Vespucci di Firenze.

SCUOLE

Tra i presenti alla visita pastorale del cardinale Betori anche una quarantina di alunni dell’ultima classe delle scuole primarie di Rignano sull’Arno. Quella che una volta, più facilmente, si chiamava «quinta elementare». Cordiale l’incontro con i ragazzi con il quali il cardinale ha più volte scambiato un «dammi un cinque». Un momento di ritrovata serenità per lo stesso cardinale Betori, colpito solo ieri 18 maggio dalla notizia dell’improvvisa morte del fratello Carlo avvenuta a Spoleto. Ma nonostante questo grave momento familiare, il cardinale ha voluto mantenere l’impegno preso da tempo con i pompieri fiorentini. Dai quali ha volentieri accettato in dono il “crest” dei Vigili del Fuoco e l’elmo da Capo Squadra. Volentieri ha accettato di indossarlo per una foto, precisando però subito con un sorriso: “Lo metto volentieri, ma non fatemi poi partecipare a un intervento. Avrei problemi a salire su una scala…”.

 

FOTOGALLERY

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

Tags: ,

Sandro Addario

Sandro Addario

Lascia un commento

Logo Osservatore

Osservatore Libero

Oltre la Cronaca. News, report e commenti
Chi siamo

Seguici su:

Collegati

Previsioni Meteo a cura dell’Aeronautica Militare