Firenze, tagliati 48 alberi in viale Corsica. Tensione tra abitanti e polizia

Un tratto di viale Corsica prima e dopo il taglio degli alberi (da Facebook)

Un tratto di viale Corsica prima e dopo il taglio degli alberi (da Facebook)

FIRENZE – Viale Corsica a Firenze senza più 48 alberi, nel tratto tra la ferrovia e via Circondaria. Ma – dice il Comune – ne verranno piantati 70 nuovi. Si sono concluse mercoledì 16 agosto le operazioni di taglio di piante di ippocastano, deciso dall’amministrazione comunale. Questa volta non c’entra la Tramvia o altri lavori stradali. Dalle analisi – si legge in una nota di Palazzo Vecchio – «era emerso che l’apparato radicale risultava compromesso con conseguenti danni alla loro stabilità e innalzamento del rischio per i cittadini».

Le operazioni di taglio sono andate avanti per tutta la giornata del 16 agosto, nonostante la protesta di gruppi di cittadini, per i quali alcune piante erano sane e non era affatto il caso di tagliarle. Alcuni di loro hanno anche «abbracciato» un albero nel tentativo di impedirne il taglio da parte degli operatori comunali. Sono stati «staccati» dalla pianta dall’intervento della Polizia, presente sul posto, non senza qualche momento di tensione. Qui il video postato da Facebook da una cittadina.

Il 10 agosto, dopo un violento temporale, era caduto a terra un ippocastano, fortunatamente senza danni alle persone. Da qui la decisione di accelerare il taglio degli alberi «sospetti», che in un primo momento – dopo le proteste dei cittadini – sembrava rimandato alla fine di settembre. «Questo è uno degli alberi in viale Corsica che dovevamo abbattere. Eravamo nel giusto, e andiamo avanti. Per 282 alberi tagliati, 800 nuovi» aveva scritto su Twitter il sindaco Dario Nardella.

 

La polizia presidia l'operazione taglio alberi in viale Corsica

La polizia presidia l’operazione taglio alberi in viale Corsica (foto dalla bacheca Facebook di Quirina Cantini)

SECONDA FASE

Adesso la seconda fase dei lavori comincerà a settembre, quando saranno eliminate le ceppaie e allargate le aiuole. Successivamente, appena la stagione lo consentirà, saranno piantati i nuovi alberi, settanta in tutto. «Le operazioni in viale Corsica – prosegue la nota di Palazzo Vecchio – rientrano in un più ampio piano di rinnovo del verde in città per incrementare il patrimonio arboreo pubblico che, ad oggi, conta circa 74mila piante. Un pacchetto di interventi coordinati (per un investimento totale di oltre mezzo milione di euro) che riguarda i Quartieri 1, 3 e 5 e i giardini di 15 scuole nei Quartieri 1 e 3».

«Si tratta complessivamente – conclude la nota – di oltre 802 nuovi alberi, dei quali 282 in sostituzione di altrettante piante in condizioni critiche dal punto di vista statico e fitosanitario, che verranno rimpiazzati con piante scelte per resistere meglio ai cambiamenti climatici. Lo sforzo sarà concentrato prevalentemente al Parco delle Cascine con circa 300 nuove piante mentre altri 210 arricchiranno i giardini delle scuole».

 

Uno degli alberi malati e tagliati in viale Corsica (foto Comune di Firenze)

Uno degli alberi malati e tagliati in viale Corsica (foto Comune di Firenze)

 

 

 

 

Tags: ,

Sandro Addario

Sandro Addario

Lascia un commento

Logo Osservatore

Osservatore Libero

Oltre la Cronaca. News, report e commenti
Chi siamo

Seguici su:

Collegati

Previsioni Meteo a cura dell’Aeronautica Militare