Vueling dirotta il Barcellona-Firenze a Pisa per il maltempo che non c’è

Dirottato su Pisa il volo Barcellona Firenze della Vueling

Dirottato su Pisa il volo Barcellona Firenze della Vueling

BARCELLONA (Spagna) – All’aeroporto di Firenze Peretola è prevista pioggia nel primo pomeriggio di sabato 9 settembre. Una minaccia meteo che non impedisce però a tutti gli aerei di arrivare e ripartire. Uno solo è dirottato su Pisa, quello della Vueling. Vediamo perché.

Aeroporto di Barcellona. Tarda mattinata di una nuvolosa giornata di fine estate. Ai passeggeri in partenza per Firenze con il volo Vueling VY 6001 arriva intorno alle 12 un sms della compagnia aerea: «Il suo volo è stato deviato su un altro aeroporto. Per maggiori informazioni si rivolga al nostro personale in aeroporto». C’è ancora un’ora e mezza alla partenza. I passeggeri leggono l’avviso : «A seguito di cattive condizioni meteo sull’aeroporto di Firenze, il vostro volo sarà deviato sull’aeroporto di Pisa. Ci scusiamo per l’inconveniente».

Qualcuno dei passeggeri comincia a telefonare a Firenze. «Che succede, diluvia ?» è la domanda più frequente. «Nuvoloso a tratti, con qualche goccia d’acqua, ma niente di particolare» è la risposta quasi unanime. I dubbi cominciano a venire fuori. «Magari dicono così, poi quando siamo in volo ci portano a Firenze» dicono i più ottimisti.

TUTTI ATTERRATI A FIRENZE TRANNE UNO

Non manca chi va su internet a controllare quanti voli nello scalo fiorentino sono già stati cancellati o dirottati. Nessuno. Tutti regolari. Ritardi inesistenti. «E noi ci mandano a Pisa» commenta qualcuno contrariato, in fila per l’imbarco all’uscita B26. Le alternative non ci sono. Sei già dentro l’aeroporto di partenza, con il check-in fatto e il bagaglio consegnato. Se volessi uscirne, ti prenderebbero per un terrorista. Tanto più a Barcellona.

 

La tabella in tempo reale degli arrivi a Firenze

La tabella in tempo reale degli arrivi a Firenze

PARLA IL COMANDANTE

La partenza avviene con 25 minuti di ritardo. Poca cosa rispetto ai ritardi cui i viaggiatori sono sempre più frequenti vittime. Dopo una buona mezz’ora di volo parla il comandante «Come già sapete, atterreremo a Pisa perché a Firenze sono previsti temporali». Letteralmente ‘storm’ in inglese e ‘tormenta’ in spagnolo. Non mancano problemi di vento e c’è il rischio di dover lasciare qualche passeggero e qualche valigia a terra. L’aereo, un Airbus A319 da oltre 140 passeggeri, è pieno come un uovo. «Meglio andare a Pisa» conclude il comandante augurando buon viaggio a tutti i passeggeri. Compresa una signora italiana, che si fa tre segni della Croce al decollo, per ripeterli poi all’inizio della discesa.

L’arrivo a Pisa è quasi puntualissimo. Le 15,10, solo cinque minuti dopo l’orario previsto per Firenze. Tra chi scende sono notati anche membri di altri equipaggi. Almeno due coppie di piloti, seduti tra i passeggeri dopo essersi levati il grado di comandante o di copilota. Certamente piloti a fine turno o, molto più probabilmente, in procinto di entrare in servizio su altri voli per destinazioni diverse.

TEMPORALE E VENTO ASSENTI

In attesa dei bagagli (stavolta puntuali) un passeggero pignolo controlla sul suo smarthpone quanti voli sono stati dirottati da Firenze a Pisa. La conferma arriva in un attimo: nessun dirottamento tranne il volo 6001 di Vueling. E il temporale? Poche e veloci gocce. E il vento forte? Il sito windfinder.com segnala che il vento all’aeroporto di Firenze alle 14,50 non supera i 6 nodi. Sono poco più di 11 km orari, da ovest-sud ovest a 240°, poco più di una brezza di coda sul pur stracarico aeromobile, che dopo Pisa deve subito ripartire con destinazione Londra.

«L’importante è essere arrivati» commenta qualcuno mentre sta salendo sul gremito bus in partenza (stavolta davvero) per l’aeroporto di Firenze, dove arriverà poco dopo le 17. Non ci sono i piloti che erano mescolati ai passeggeri durante il volo da Barcellona. «Non sarà che dovevano entrare in servizio proprio a Pisa?» si lascia sfuggire una signora fiorentina che non vede l’ora di arrivare a casa. Il dubbio resta. Il malumore dei passeggeri pure.

 

Passeggeri Vueling in attesa dei bagaglii a Pisa

Passeggeri Vueling in attesa dei bagaglii a Pisa

 

 

Tags: ,

Sandro Addario

Sandro Addario

Lascia un commento

Logo Osservatore

Osservatore Libero

Oltre la Cronaca. News, report e commenti
Chi siamo

Seguici su:

Collegati

Previsioni Meteo a cura dell’Aeronautica Militare