I Carabinieri ricordano il sacrificio dei loro Martiri di Fiesole

Il generale Saltalamacchia e il sindaco di Fiesole Ravoni rendono omaggio ai Martiri di Fiesole

Il generale Saltalamacchia e il sindaco di Fiesole Ravoni rendono omaggio ai tre carabinieri martiri

FIESOLE – Ricordato a Fiesole il sacrificio di tre carabinieri martiri, uccisi nel 1944 dai tedeschi ai quali si erano consegnati dopo aver saputo che dieci cittadini erano stati presi in ostaggio e che rischiavano la vita. Il nome dei tre giovani militari Alberto La Rocca, Fulvio Sbarretti e Vittorio Marandola è scolpito in una lapide sul colle di San Francesco a Fiesole, dove ogni anno viene commemorato il loro sacrificio, avvenuto 73 anni fa il 12 agosto 1944. Alla loro memoria fu conferita una medaglia d’oro al valor militare. Qui la motivazione.

LA CERIMONIA

La commemorazione dei tre carabinieri martiri  si è svolta quest’anno mercoledì 27 settembre con una funzione religiosa e una cerimonia militare. La prima è stata celebrata nella Cattedrale di Fiesole dal vescovo emerito di Prato monsignor Gastone Simoni e dal cappellano della Legione Carabinieri Toscana monsignor Mauro Tramontano. L’Arma era rappresentata, tra gli altri, dal generale di divisione Gianfranco Cavallo comandante della Scuola Marescialli e dal generale di brigata Emanuele Saltalamacchia, comandante della Legione Toscana. Per la città di Fiesole c’era il sindaco Anna Ravoni. Presenti, insieme a numerose autorità, anche i parenti dei carabinieri La Rocca e Marandola. Tra la folla anche un gruppo di studenti delle scuole medie fiesolane.

NUOVA SEDE ASSOCIAZIONE CARABINIERI

Al termine è stata inaugurata la nuova sede della Sezione fiesolana dell’Associazione Nazionale Carabinieri, nei pressi della Cattedrale. Il generale Saltalamacchia, accompagnato dal presidente della sezione sottotenente Giancarlo Losi, ha tagliato il nastro inaugurale dei nuovi locali. Presente, tra gli altri, l’Ispettore regionale dell’Anc colonnello Salvatore Scafuri.

SALVO D’ACQUISTO

La cerimonia fiesolana era stata preceduta nella mattinata da un analogo momento commemorativo sulla collina di Bellosguardo a Firenze. Un mazzo di fiori è stato deposto dal generale Saltalamacchia ai piedi del monumento eretto nel 2015 in ricordo del vice brigadiere Salvo D’Acquisto, vittima della rappresaglia tedesca nel settembre 1943 nei pressi di Roma.

 

L'inaugurazione della nuova sede della sezione dell'Associazione Nazionale Carabinieri

L’inaugurazione della nuova sede della sezione dell’Associazione Nazionale Carabinieri

 

 

Tags: ,

Sandro Addario

Sandro Addario

Lascia un commento

Logo Osservatore

Osservatore Libero

Oltre la Cronaca. News, report e commenti
Chi siamo

Seguici su:

Collegati

Previsioni Meteo a cura dell’Aeronautica Militare