Maricodrag, la Squadra Navale punta sui cacciamine per la sicurezza nei porti

Unità cacciamine a La Spezia

Unità cacciamine a La Spezia

LA SPEZIA – «Siete e sarete ancora di più parte integrante della Squadra Navale». Come dire «non vi farò mancare il lavoro, la Marina ha sempre più bisogno di voi». Parola del comandante in capo della Squadra navale italiana, l’ammiraglio di squadra Donato Marzano, che così si è rivolto al personale del Comando delle Forze di Contromisure Mine ed Idrografiche (Maricodrag) di La Spezia. L’occasione è stata martedì 2 ottobre, al termine del passaggio di comando tra il contrammiraglio Enrico Pacioni e il subentrante contrammiraglio Davide Berna.

 «Siete una componente specialistica essenziale per la sicurezza marittima» dice Marzano rivolto agli uomini e donne di Maricodrag schierati sulla banchina Giovannini dell’Arsenale di La Spezia, che chiama «i protagonisti del passaggio di consegne di oggi». «La sicurezza marittima è un tutt’uno che va dall’alto mare e arriva fino dentro i porti – aggiunge il comandante in capo (Cinc) – a voi il compito di localizzare, identificare, neutralizzare tutti gli eventuali rischi per l’accesso ai porti militari e civili da mine e oggetti esplosivi. Non solo quelli derivanti da un minamento in caso di conflitto convenzionale, ma anche da azioni terroristiche».

Un’ipotesi quest’ultima mai da escludere in una situazione di crisi come quella dei nostri giorni. Basta un ordigno anche artigianale, magari opportunamente nascosto in un apparente relitto gettato in mare (un’auto ma anche un semplice elettrodomestico), per colpire una nave in transito e bloccare l’accesso ad un porto. Non c’è bisogno neppure di vittime, basta solo l’effetto paura e il conseguente danno economico per l’inagibilità dello scalo marittimo.

Qui l’intervento integrale dell’ammiraglio Marzano (AUDIO)

 

Il contrammiraglio Enrico Pacioni, 54 anni di Ascoli Piceno, lascia dopo un anno il comando di Maricodrag, che aveva assunto nel settembre 2016. È stato chiamato a dirigere il Comando Supporto Logistico di Cagliari (Marisuplog), la struttura che dipende dal Comando Logistico Marina Militare (Maricomlog) di Napoli ma anche, come base operativa per l’area Sardegna, dal Comando Marittimo Nord di La Spezia. A Cagliari il contrammiraglio Pacioni subentrerà il 25 ottobre al suo parigrado Francesco Sollitto, che lascia il servizio attivo. Nel corso del suo anno a Maricodrag, Pacioni è stato chiamato in due occasioni a guidare – come comandante tattico – l’operazione «Mare sicuro» nel Mediterraneo centrale.

Nel suo intervento Pacioni si è tra l’altro rivolto ai «comandanti delle tre squadriglie, con gli equipaggi delle 17 unità, che per profilo morale, passione professionale, spirito di sacrificio e senso del dovere – ha detto – sono tra le migliori espressioni della nostra Marina ma soprattutto sono stati il bene più prezioso che ho avuto l’onore di dirigere durante il mio anno di comando».

Ascolta qui il saluto integrale dell’ammiraglio Pacioni agli equipaggi del suo comando (AUDIO)

 

Il nuovo comandante di Maricodrag è il contrammiraglio Davide Berna, 51 anni di Latina, in arrivo dallo Stato Maggiore della Marina a Roma.

Qui l’intervento di assunzione del comando dell’ammiraglio Berna (AUDIO)

 

FOTOGALLERY DEL CAMBIO DI COMANDO

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

Per saperne di più:

 

Potrebbe interessarti :

13 ott 2016

Terrorismo e sicurezza in mare, in azione i cacciamine della Marina (VIDEO-FOTO)

 

Cacciamine ormeggiati alla banchina Giovannini a La Spezia

Cacciamine ormeggiati alla banchina Giovannini a La Spezia

 

 

 

Tags: ,

Sandro Addario

Sandro Addario

Lascia un commento

Logo Osservatore

Osservatore Libero

Oltre la Cronaca. News, report e commenti
Chi siamo

Seguici su:

Collegati

Previsioni Meteo a cura dell’Aeronautica Militare