C’è urgenza di chiarezza e semplicità nella lingua del diritto penale

Lezione sulla lingua del diritto all'inaugurazione dell'anno accademico della Scuola Marescialli Carabinieri

Lezione sulla lingua del diritto all’inaugurazione dell’anno accademico della Scuola Marescialli Carabinieri

FIRENZE – Serve più chiarezza e semplicità nel lingua del diritto. Deve poter essere rapidamente capito da tutti e non solo dai tecnici e dagli addetti ai lavori. Da una legge, a una sentenza, a una semplice (si fa per dire) denuncia di un cittadino alle forze di polizia. Chi lo sostiene, e non da ora, è proprio un giurista, il professor Federigo Bambi docente del Dipartimento di Scienze Giuridiche dell’Università di Firenze.

Mercoledì 6 dicembre si è rivolto ad un uditorio tutto particolare. Gli allievi della Scuola Marescialli dei Carabinieri, riuniti nel Salone dei Cinquecento a Palazzo Vecchio a Firenze in occasione dell’inaugurazione dell’anno accademico 2017-2018.

«La brevità e la chiarezza, quando riescono a stare insieme, sono i mezzi sicuri per corrompere onestamente il giudice». Parole di Piero Calamandrei, che il professor Bambi riprende per aggiungere «la chiarezza della forma è espressione e conseguenza della chiarezza del pensiero».

Leggi qui l’intera prolusione di Federigo Bambi dal titolo: «Attorno alla lingua del diritto penale. Il riscatto del brigadiere»

LA CERIMONIA

Alla cerimonia fiorentina sono intervenuti il sindaco di Firenze Dario Nardella e il generale di corpo d’armata Luigi Longobardi, comandante della Scuole dell’Arma dei Carabinieri accompagnato dal generale di divisione Gianfranco Cavallo, comandante della Scuola Marescialli di Firenze Castello. Nella sala le massime autorità civili e militari cittadine, tra cui il presidente del consiglio regionale Eugenio Giani, la presidente della Corte d’Appello Margherita Cassano, il procuratore generale Marcello Viola, la presidente del Tribunale Marilena Rizzo. In prima fila anche l’ex comandante generale dell’Arma Luciano Gottardo e il maresciallo Giuseppe Giangrande, medaglia d’oro al valor civile.

«L’uniforme che portate vi darà la forza – ha detto Longobardi rivolto agli allievi – di cui avrete bisogno nel vostro quotidiano impegno quando sarete impegnati sul territorio a fianco della gente». Qui l’audio integrale dell’intervento del generale Longobardi, che al termine ha dichiarato ufficialmente aperto l’anno accademico 2017-2018.

 

MARESCIALLI PREMIATI

Nell’occasione sono stati premiati i marescialli del 4° corso triennale (2014-2017) che hanno conseguito la laurea con lode in Scienze giuridiche e della sicurezza. Ecco i loro nomi:

  • Massimiliano Barbone
  • Antonio Berardi
  • Manuel Corti
  • Filiberto Volpone
  • Michele Patisso
  • Michele Piscitelli
  • Nicola Rigliaco
  • Walter Scampamorte
  • Erica Silvestri
  • Angelo Simonetti
  • Francesco Bacco (ora Commissario della Polizia di Stato)
  • Salvatore Singarella
  • Gabriele Utili
  • Sabrina Di Costanzo

 

FOTOGALLERY DELLA CERIMONIA 

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

 

 

Tags: ,

Sandro Addario

Sandro Addario

Lascia un commento

Logo Osservatore

Osservatore Libero

Oltre la Cronaca. News, report e commenti
Chi siamo

Seguici su:

Collegati

Previsioni Meteo a cura dell’Aeronautica Militare