Cappellani militari, il governo rivede organici e stipendi. Al ribasso

La Messa per la celebrazione della Virgo Fidelis patrona dei Carabinieri

La Messa per la celebrazione della Virgo Fidelis patrona dei Carabinieri

ROMA – L’Italia e il Vaticano stanno trovando un’intesa sulla riforma dell’assistenza spirituale delle Forze Armate. In pratica si tagliano i cappellani militari. La notizia arriva tra le pieghe del comunicato stampa del Consiglio dei ministri n° 69 di giovedì 8 febbraio. Una seduta rapidissima (appena 40 minuti) dove trovano spazio numerosi provvedimenti legislativi e dove l’intesa sui cappellani militari non figurava nemmeno all’ordine del giorno.

«Il Consiglio dei Ministri, su proposta del Presidente del Consiglio Paolo Gentiloni – dice Palazzo Chigi – ha approvato lo schema di intesa tra la Repubblica italiana e la Santa Sede sull’assistenza spirituale alle Forze armate». Il preambolo? «L’intesa ridefinisce i profili giuridici del rapporto tra i Cappellani e le strutture militari, per conciliare l’elemento di continuità, costituito dalla presenza dei sacerdoti nelle Forze armate fin dal 1915, con i mutati scenari intervenuti a seguito della sospensione della leva obbligatoria e delle nuove funzioni che le Forze armate sono chiamate a svolgere in Italia e all’estero».

IL TAGLIO

Il taglio? «Il testo dell’Intesa (che non è stato ancora reso noto n.d.r.) regola l’inquadramento, lo stato giuridico, la retribuzione, le funzioni e la disciplina dei Cappellani militari, figure autonome rispetto all’organizzazione militare». «L’organico dei Cappellani viene ridotto dalle precedenti 204 unità a 162 e il loro trattamento economico principale continua ad essere quello base previsto per il grado di assimilazione, mentre per quello accessorio l’Intesa indica specificamente le diverse tipologie». Quali, ancora lo sanno davvero in pochi.

STIPENDI

Lo stipendio base resterebbe pertanto quello attuale da ufficiale: da tenente (per i cappellani militari addetti) fino a generale di corpo d’armata, grado quest’ultimo di appannaggio per il solo Ordinario militare in Italia. Cambieranno le varie indennità aggiuntive, e ben difficilmente la variazione sarà al rialzo. Un colpo d’accetta sull’Ordinariato militare per l’Italia, che si troverà ridotto nella sua potenzialità. Nulla tra l’altro si dice per chi è andato in pensione. Taglieranno anche quelle?

LO SCOMODO PRETE CON LE STELLETTE

La questione viene da lontano. Da tempo ci sono schieramenti politici che vedono «il prete con le stellette» come un inutile costo per la collettività. Meglio abolirlo spera qualcuno. Ma deve essere un qualcuno che appartiene probabilmente alla categoria, sempre estesa, degli intellettuali in pantofole. Che difficilmente ha indossato in vita sua una divisa o almeno non si è trovato, a qualunque titolo, a bordo di una nave militare in mezzo all’oceano o su un campo di operazioni lontano migliaia di chilometri dal proprio salotto. Ma anche più semplicemente all’interno di una caserma o di un’Accademia militare.

PIÙ FACILE CONFIDARSI AL CAPPELLANO CHE AL COMANDANTE

Avrebbe constatato di persona come il cappellano militare sia la persona più vicina al marinaio, al soldato, all’aviere, al carabiniere, al finanziere. Molto più dei rispettivi comandanti, con i quali il rapporto è sempre gerarchico e non sempre di facile accesso. Una confidenza, uno sfogo, un momento di fragilità: tutti sentimenti che è più facile esternare al cappellano, piuttosto che sugli attenti davanti a un superiore.

Cosa succede ora? È ancora presto per dirlo. Dalla burocratica nota di Palazzo Chigi si apprende solo che «l’Intesa, dopo l’esame da parte del Consiglio dei ministri, sarà sottoposta alla firma delle due Parti, Stato e Santa Sede, e il suo contenuto dovrà essere recepito con apposito disegno di legge». Quanto basta per rimandare tutto almeno al prossimo Parlamento. Nell’attesa è aperta la caccia al «testo» dell’accordo, per capire fino a che punto arriveranno i tagli.

 

Messa a bordo di una nave militare in navigazione nell'Atlantico

Messa a bordo di Nave Durand de la Penne in navigazione nell’Atlantico

 

Il cappellano militare a bordo della Nave Vespucci

Il cappellano militare a bordo della Nave Vespucci

 

 

 

 

Tags: , ,

Sandro Addario

Sandro Addario

Lascia un commento

Logo Osservatore

Osservatore Libero

Oltre la Cronaca. News, report e commenti
Chi siamo

Seguici su:

Collegati

Previsioni Meteo a cura dell’Aeronautica Militare