Pronta a diventare tiepida la strana nuova guerra fredda tra Occidente e Russia

Scotland Yard ha classificato "tentato omicidio" il,caso dell'ex spia russa avvelenata nel Regno Unito

Scotland Yard ha classificato “tentato omicidio” il,caso dell’ex spia russa avvelenata nel Regno Unito

ROMA – Leggendo la stampa italiana di questi giorni di fine marzo sembra che sul caso della spia Sergej Skripal’ sia in atto una vera e propria guerra diplomatica da seconda guerra fredda. Espulsioni a decine tra Regno Unito, Usa da una parte ed una ventina di altre nazioni, specie dell’Unione Europea, dall’altra. Ce n’è anche per l’Italia in misura di due funzionari d’ambasciata in espulsione da Roma, ricambiata subito da analogo provvedimento verso due esponenti dell’ambasciata italiana a Mosca.

Le espulsioni ci sono e questo è un fatto. Ma scorrendo anche la stampa internazionale la situazione, specie negli ultimi giorni, non sembra essere così acuta come ci veniva fatto credere. Cito due quotidiani emblematici per avere qualche informazione in più.

WASHINGTON E LONDRA RIFLETTONO

Il primo è il New York Times del 30 marzo che evidenzia due posizioni politiche nell’entourage di Trump. La prima – possiamo definirla dei falchi – che auspica ulteriori e più pesanti misure anti-russe. La seconda, con a capo Trump (proprio colui che la stampa italiana descrive troppo spesso come guerrafondaio), che invece persegue una soluzione più morbida dell’apparente conflitto diplomatico.

Il successivo è il londinese The Guardian del 31 marzo, di nota schiettezza e affidabilità, che si limita alla cronologia dei fatti in forma del tutto acritica. La notizia del giorno è che il Foreign Office sta esaminando la richiesta di visto consolare di accesso nel Regno Unito per Yulia Skripal, la figlia 33enne di Sergej Skripal’, rimasta vittima con il padre di un tentativo di avvelenamento con gas nervino nella cittadina inglese di Salisbury il 4 marzo scorso. Entrambi in coma, la giovane si è ripresa nei giorni scorsi e sta progressivamente migliorando. Il padre è ancora in gravi condizioni in ospedale.

Guerra fredda ? Gelata? Al momento attuale direi di esitare su espressioni così forti. Siamo di fronte a una situazione capace di tornare al silenzio mediatico nel giro di pochi giorni. Quello che – la storia di insegna – fa rientrare rapidamente anche le annunciate espulsioni diplomatiche.

 

 

 

Tags: , , ,

Lascia un commento

Logo Osservatore

Osservatore Libero

Oltre la Cronaca. News, report e commenti
Chi siamo

Seguici su:

Collegati

Previsioni Meteo a cura dell’Aeronautica Militare