Scuola Aeronautica Douhet: magia ed emozioni al ballo delle debuttanti 2018 a Palazzo Vecchio

Ballo delle debuttanti 2018 nel Salone dei Cinquecento

Ballo delle debuttanti 2018 nel Salone dei Cinquecento

FIRENZE – Il ballo delle debuttanti nel suggestivo scenario del Salone dei Cinquecento a Firenze. Un sogno realizzato domenica 27 maggio dagli allievi del Corso «Mito» della Scuola Militare Aeronautica Giulio Douhet. Quest’anno la serata di gala del «Mak P100», che nelle scuole militari annuncia l’avvicinarsi della fine del ciclo di studi, è uscita dalle pur prestigiose sale dell’Aeronautica alle Cascine per approdare a Palazzo Vecchio. Un’occasione tutta particolare nella ricorrenza dell’80° anniversario della Scuola di Guerra Aerea (oggi Isma), che ha visto arrivare da ogni parte d’Italia familiari e amici degli allievi del terzo anno.

EMOZIONI IN FAMIGLIA

Un evento al quale hanno partecipato 31 giovanissime coppie. I 43 allievi (di cui 12 donne) del Corso Mito e 19 «dame» debuttanti scelte tra amiche e conoscenti. Gremitissimi i tavoli della cena di gala, offerta dagli stessi allievi della Douhet, che da oltre tre mesi (impegni di studio permettendo) si erano preparati al «loro» Mak P100. L’emozione, palpabile a ogni livello, ha avuto il suo momento massimo quando ciascun allievo ha potuto fare l’ultimo dei balli con un proprio genitore o un parente. Ufficiali in divisa che si sforzavano di non cedere alla commozione mentre danzavano con la propria figlia allieva della Douhet e che per l’occasione indossava uno splendido abito lungo tutto bianco. Madri che non vedevano l’ora di stringere il loro «ex bambino», impeccabile nella sua divisa di allievo, in un ballo che difficilmente potrà avere un bis. Almeno per atmosfera e ambiente.

Il saluto d’inizio è stato portato dal colonnello Prisco Antonio Monaco, comandante e dirigente scolastico della Scuola Douhet, il «college militare» fiorentino dell’Aeronautica frequentato da allievi delle ultime tre classi di liceo classico e scientifico. «Il legame tra la nostra scuola e Firenze, avviato fino dalla sua costituzione nel 2006 – ha detto Monaco – si consolida giorno dopo giorno e oggi approda nel cuore della città, qui in Palazzo Vecchio». Tra i presenti in sala, il generale Stefano Fort comandante dell’Isma e due ex comandanti della Douhet: il generale Roberto Zago (2006-2008) e il colonnello Michele Buccolo (2015-2017). Presente anche il «padrino» del Corso Mito, il generale Gianfranco Camperi, già comandante dell’Isma dal 2013 al 2015.

La serata, condotta da Erika Calvani e Fabian Grutt, ha visto le danze delle debuttanti accompagnate dall’orchestra della Fondazione Nuove Assonanze, diretta dal maestro fiorentino Alan Magnatta. Applausi anche per l’insegnate di danza Simonetta Balsamo, che ha insegnato alle 31 coppie a muoversi con agilità tra le note di Mendelssohn e Strauss padre e figlio. Finale in bellezza tra l’atteso taglio della torta e brindisi di chiusura, con il comandante del Corso Mito, capitano Andrea Panaro. Ultimi scatti di foto e poi il rientro alla Douhet. Lunedì 28 c’è lezione ma soprattutto c’è da pensare agli esami di maturità che si avvicinano vorticosamente.

 

FOTOGALLERY 1 (30 IMMAGINI) – SI APRONO LE DANZE

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

FOTOGALLERY 2 (21 IMMAGINI) – BALLO IN FAMIGLIA

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

 

Tags: ,

Sandro Addario

Sandro Addario

Commenti (1)

  • Avatar

    Giampaolo

    |

    Complimenti a Lei per l’articolo che da luce e risonanza all’evento. Da genitore di uno degli allievi Le dico che ha ben descritto, con empatia, i sentimenti e le emozioni che l’evento ha suscitato in tutti noi. Grazie

    Reply

Lascia un commento

Logo Osservatore

Osservatore Libero

Oltre la Cronaca. News, report e commenti
Chi siamo

Seguici su:

Collegati

Privacy Policy

Previsioni Meteo a cura dell’Aeronautica Militare