Videosorveglianza, la mappa delle nuove telecamere nelle piazze monumentali di Firenze

Una telecamera di videosorveglianza in piazza San Giovanni a Firenze

Una telecamera di videosorveglianza in piazza San Giovanni a Firenze

FIRENZE – Sono già 464 le telecamere di videosorveglianza installate nelle strade e piazze di Firenze. Con previsione – dice il sindaco Dario Nardella – di arrivare a circa 750 entro la metà del 2019. Il punto della situazione arriva martedì 3 luglio, alla presentazione della mappa di 58 nuovi «occhi elettronici» nelle principali piazze storiche fiorentine. Contro degrado, criminalità e in prevenzione antiterrorismo.

I lavori di sostituzione delle telecamere esistenti e l’implementazione con l’aggiunta di nuovi apparati tra fissi e mobili P.T.Z. (Pan Tilt Zoom – brandeggiabili da remoto), disposti sulle facciate dei palazzi che si affacciano sulle piazze, hanno riguardato:

  • piazza Santo Spirito (11 telecamere di cui 3 mobili)
  • piazza Santa Croce (6 telecamere di cui 3 mobili)
  • piazza Santissima Annunziata (6 telecamere di cui 2 mobili)
  • piazza Santa Maria Novella (7 telecamere di cui 2 mobili)
  • piazza della Signoria (9 telecamere di cui 3 mobili)
  • piazza Duomo (19 telecamere di cui 3 mobili)

LA MAPPA 

Scarica qui la mappa delle installazioni di videosorveglianza di queste piazze, dove maggiore è l’afflusso di persone, tra cittadini e turisti. Le immagini vengono trasmesse in tempo reale presso i terminali delle centrali operative di Polizia Municipale, Questura e Carabinieri. Alcune telecamere sono fisse, altre possono essere «ruotate» per inquadrare zone o persone da attenzionare in modo particolare.

I lavori per le nuove 58 telecamere, iniziati da circa un anno e completati in questi giorni, sono stati finanziati dal Comune con 300 mila euro e dalla Fondazione CR Firenze con 100 mila euro. Le apparecchiature (83 mila euro) sono di Canon Italia, che – per la  prima volta in Italia – le ha messe a disposizione del comune di Firenze per la videosorveglianza cittadina.

Per il vice prefetto vicario reggente di Firenze, Tiziana Tombesi, le nuove telecamere perseguono l’obiettivo di migliorare la sicurezza urbana «che è un bene di tutti, anche per gli investitori che non verrebbero in un luogo dove ci sono problemi di sicurezza». Per il sindaco Nardella «da oggi i malintenzionati avranno una preoccupazione in più prima di compiere un’illegalità» anche perché «sono stati messi cartelli ben visibili che indicano la videosorveglianza di un’area». Ladri, scippatori, soggetti dediti all’accattonaggio e all’abusivismo commerciale sono avvisati. Parola del sindaco. Particolare apprezzamento è stato rivolto alla Fondazione Cr Firenze e a Canon Italia (erano presenti alla conferenza stampa rispettivamente il presidente Umberto Tombari e l’amministratore delegato Massimo Macarti) per l’intervento a carattere sociale di presenza sul territorio.

Impianto di videosorveglianza in piazza Santissima Annunziata

Impianto di videosorveglianza in piazza Santissima Annunziata

 

da sin. Dario Nardella, Tiziana Tombesi, Umberto Tombari, Massimo Macarti

da sin. Dario Nardella, Tiziana Tombesi, Umberto Tombari, Massimo Macarti

 

 

Tags: ,

Sandro Addario

Sandro Addario

Lascia un commento

Logo Osservatore

Osservatore Libero

Oltre la Cronaca. News, report e commenti
Chi siamo

Seguici su:

Collegati

Privacy Policy

Previsioni Meteo a cura dell’Aeronautica Militare