Aeronautica, cambio di «pilota» all’ Isma: Nuzzo nuovo comandante (Foto)

da sin. i generali Vincenzo Nuzzo e Stefano Fort al passaggio di comando all'Isma

da sin. i generali Vincenzo Nuzzo e Stefano Fort al passaggio di comando all’Isma

FIRENZE – Cambia «pilota» l’Istituto di Scienze Militari Aeronautiche (Isma) di Firenze, storicamente nota come Scuola di Guerra Aerea. Nuovo comandante è il generale di brigata aerea Vincenzo Nuzzo che lunedì 17 settembre è subentrato al generale di divisione aerea Stefano Fort, che lascia Firenze dopo tre anni. Nuovo incarico per Fort è la direzione dello Iasd (Istituto Alti Studi Difesa) a Roma, il più alto istituto di formazione interforze della Difesa italiana.

Cerimonia militare solenne quella che si è svolta nel piazzale dell’Isma per il tradizionale passaggio della Bandiera d’Istituto. Quella che è custodita nell’ufficio del Comandante. Chi vi entra prima rivolge un saluto alla Bandiera e solo dopo al Comandante stesso. Insieme al generale di squadra aerea Umberto Baldi, il livornese comandante delle Scuole dell’Aeronautica Militare, c’erano le massime autorità civili, militari e religiose di Firenze, guidate dal prefetto Laura Lega. Presenti i gonfaloni della città di Firenze (decorato di medaglia d’oro al valor militare), della Regione Toscana e della Città Metropolitana di Firenze.

Gli onori sono stati resi da un reparto di formazione di personale militare dell’Isma e della Scuola Militare «Giulio Douhet» che ha sede all’interno del medesimo complesso dell’Aeronautica alle Cascine. Per gli allievi oggi è suonata la prima campanella dell’inizio dell’anno scolastico 2018-2019. Sul piazzale schierati anche il personale civile dell’Isma, le rappresentanze dell’Associazione Arma Aeronautica (da Firenze, Bari e Casale Monferrato) e di altre associazioni d’arma con i rispettivi labari.

 

Il passaggio della Bandiera

Il passaggio della Bandiera

L’ARRIVEDERCI DI FORT

Nel suo «arrivederci» il generale Fort (59 anni di Roma, già comandante della 46ª Brigata Aerea di Pisa dal 2009 al 2011) ha ringraziato la città di Firenze per la costante vicinanza da 80 anni al prestigioso istituto di formazione dell’Aeronautica. «Caro Vincenzo – ha quindi detto Fort rivolto al generale Nuzzo ma soprattutto ai militari dell’Isma – sono certo che avrai modo di scoprire ogni giorno di più come non ci sia valore più prezioso di quello rappresentato dal tuo Personale che merita, senza riserva, tutto l’impegno e l’entusiasmo che un Comandante può esprimere».

Alle sue spalle, tra il pubblico, la moglie signora Rossana ha seguito con particolare partecipazione le parole del generale Fort. Di prassi i comandanti ringraziano le rispettive famiglie per averli «supportati e sopportati» (questa la frase tradizionale) durante il loro incarico. Ma stavolta il generale Fort si è rivolto alla moglie Rossana – costantemente al suo fianco anche in ogni evento pubblico – ricordando come lei stessa abbia «vissuto questi tre anni a Firenze con particolare coinvolgimento, favorendo l’aggregazione tra il personale di tutte le categorie, organizzando incontri di studio della lingua inglese ed altre attività, con una particolare attenzione verso i giovani allievi della Scuola Douhet». Bizzarrie (positive) del destino. Chi conosce la signora Rossana sa che suo padre, a differenza dei suoi 4 fratelli, entrò in Aeronautica e divenne pilota. Una vita ardimentosa e piena di insidie. «Non sposerò mai un pilota» disse un giorno Rossana a sé stessa. Poi incontrò il giovane ufficiale Stefano Fort e la loro vita ebbe una felice virata.

Qui il curriculum del Generale Stefano Fort 

CHI È IL GENERALE NUZZO

Il generale di brigata aerea Vincenzo Nuzzo ha 54 anni ed è originario di Maglie (Lecce). Proviene dal Corso Borea IV dell’Accademia Aeronautica e nel corso della sua carriera ha comandato, tra l’altro, il 4° Stormo Caccia di Grosseto, preposto alla Difesa aerea nazionale, dal luglio 2006 al settembre 2008. Ultimo incarico, prima del suo arrivo a Firenze, è stato quello di capo di Stato Maggiore presso il Comando delle Scuole-3ª Regione Aerea di Bari. Nel suo curriculum anche un incarico di tre anni a Parigi quale Addetto militare Aeronautica presso l’Ambasciata d’Italia.

Qui il curriculum del generale Vincenzo Nuzzo

«Le linee guida che voglio perseguire nello svolgimento del ruolo che mi è stato affidato – ha detto tra l’altro il generale Nuzzo nel suo saluto – sono lo sviluppo della leadership, impiego della tecnologia al servizio della nostra organizzazione, e non ultima l’etica, quale fondamento perenne e solido per il nostro quotidiano operare».

Un apprezzamento per l’efficace lavoro svolto dal generale Fort all’Isma ed un sincero augurio per il nuovo incarico del generale Nuzzo sono stati infine espressi dal generale di squadra aerea Baldi, anche lui «transitato» nel corso della sua carriera alla ex Scuola di Guerra Aerea come ufficiale del quadro permanente. Rivolto in particolare agli ufficiali dell’Aeronautica che stanno svolgendo corsi di formazione all’Isma, Baldi ha raccomandato loro di «far tesoro degli insegnamenti di questa scuola che apre alla dirigenza». «Condividete le vostre esperienze – ha aggiunto – non solo per raggiungere il grado di maggiore, ma soprattutto per rivestirlo adeguatamente».

FOTOGALLERY (34 IMMAGINI)

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

 

Tags: ,

Sandro Addario

Sandro Addario

Commenti (1)

  • Avatar

    G. Camperi

    |

    Bellissima cerimonia, mi dispiace non esserci stato, sono in UK per un bel nipotino nuovo.
    Un caro saluto

    Reply

Lascia un commento

Logo Osservatore

Osservatore Libero

Oltre la Cronaca. News, report e commenti
Chi siamo

Seguici su:

Collegati

Privacy Policy

Previsioni Meteo a cura dell’Aeronautica Militare