Firenze, il Rotary in piazza per la prevenzione oncologica (Foto)

Il gazebo del Rotary e il furgone Ispro in Largo Annigoni a Firenze

Il gazebo del Rotary e il furgone Ispro in Largo Annigoni a Firenze

FIRENZE – Decine di mammografie gratis sono state effettuate a Firenze su iniziativa del Rotary International in collaborazione con Ispro (Istituto della Regione Toscana per lo studio, la prevenzione e la rete oncologica) e Lilt (Lega Italiana per la lotta contro i tumori). Il progetto, cofinanziato dalla Rotary Foundation, è stato promosso da tre club dell’area fiorentina: Rotary Firenze Sud (presieduto da Claudio Borri), Fiesole (presidente Arrigo Brandini) e San Casciano Chianti presieduto da Sandra Ricci.

PREVENZIONE

Un furgone dell’Ispro ha stazionato sabato 27 e domenica 28 ottobre in Largo Annigoni, nei pressi del Mercato di Sant’Ambrogio, luogo molto frequentato anche per la presenza di mercatini di antiquariato.

«Meno male ci siete voi – ha commentato una signora al termine dell’esame – avevo chiesto una mammografia in un ospedale, ma mi avevano risposto che dovevo aspettare 18 mesi. Non credo ce l’avrei fatta ad aspettare tranquillamente tutto questo tempo». Gran lavoro non stop per il personale messo a disposizione dall’Ispro. Nella sola giornata di domenica 28 sono stati una cinquantina gli esami effettuati da Lorena Brighella e Federica Carini, tecnici radiologi coadiuvate da Anna Caporale, incaricata di gestire il desk di accettazione.

 

REGIONE E COMUNE

A metà mattinata di domenica 28 (che per casualità coincideva con il 30° anniversario della scomparsa del pittore Pietro Annigoni) sono arrivate nella piazza a lui intitolata gli assessori regionale e comunale alla Sanità Stefania Saccardi e Sara Funaro. Accolte dal past governatore del 2071° Distretto del Rotary International Arrigo Rispoli e dai numerosi presenti sotto il gazebo dei club promotori, le due rappresentanti istituzionali si sono congratulate per la realizzazione di questo progetto, «il primo portato avanti in Toscana dal Rotary – ha sottolineato Rispoli – nel campo della prevenzione oncologica».

AUTODIAGNOSI

Alle signore presenti è stato distribuito, tra l’altro, un opuscolo di facile divulgazione dal titolo «Aiuta te stessa». Una guida semplice e rapida per un primo autoesame, naturalmente da far seguire da una mammografia e da eventuali esami più approfonditi nei casi dubbi per chiarire precocemente il proprio quadro clinico. E prima si arriva e meglio è.

La prima autodiagnosi contro il tumore al seno

La prima autodiagnosi contro il tumore al seno

 

 

Tags: , ,

Sandro Addario

Sandro Addario

Lascia un commento

Logo Osservatore

Osservatore Libero

Oltre la Cronaca. News, report e commenti
Chi siamo

Seguici su:

Collegati

Privacy Policy

Previsioni Meteo a cura dell’Aeronautica Militare