L’International Inner Wheel premia i volontari ospedalieri

da sin. Laura Boncompagni Ludovisi, Patrizia Rossi Ferrini, Elisabeth Paoletti Bucher

da sin. Laura Boncompagni Ludovisi, Patrizia Rossi Ferrini, Elisabeth Paoletti Bucher

FIRENZE – «Questo premio non è alla persona, ma alla costante e silenziosa attività svolta quotidianamente dai tanti volontari dell’Avo negli ospedali fiorentini a fianco dei malati, che hanno bisogno non solo di cure ma anche di sostegno morale». Così Patrizia Cateni, coniugata Rossi Ferrini, commenta con un grande sorriso il premio Donna Inner Wheel Toscana, appena ricevuto a Firenze. È giovedì 10 gennaio, ricorrenza dell’Inner Wheel Day, data di nascita nel 1924 dell’associazione internazionale femminile di service. Molte le partecipanti all’evento, giunto alla sua 23ª edizione da quando nel 1997 l’Inner Wheel Firenze decise di premiare le eccellenze al femminile della Toscana.

IN PUNTA DI PIEDI TRA I MALATI

«Fare volontariato in ospedale è alla portata di tutti, ma occorre soprattutto costanza e discrezione» commenta Patrizia Rossi Ferrini, oggi Presidente onorario di Avo Firenze, che ha guidato per anni e dove continua ancora oggi a prestare la sua attività «in corsia». Non a caso uno dei motti di Avo, l’Associazione Volontari Ospedalieri è proprio «entriamo in ospedale in punta di piedi». Per stare a fianco dei malati, senza interferire con i medici e il personale sanitario. Uno sguardo, un saluto, una parola, molto spesso sono importanti almeno quanto un farmaco. Se non di più. Così il malato torna ad essere persona.

Come nel caso dell’ospedale pediatrico Meyer dove l’attenzione dei volontari Avo è rivolta non solo ai piccoli degenti ma sempre più spesso ai loro congiunti. E come nel caso – uno tra migliaia di storie – di un paziente che in presenza dei propri familiari ostentava ottimismo e buon umore, ma appena poteva parlare da solo con il Volontario Avo gli confidava tutta la sua disperazione sul proprio incerto futuro e la preoccupazione di come la famiglia avrebbe fatto senza di lui.

Nella sala di Villa Viviani ci sono le socie dei tre club fiorentini: Inner Wheel Firenze (presidente Laura Boncompagni Ludovisi), Inner Wheel Firenze Iris (presidente Marisa Di Sepio Mancinelli) e Inner Wheel Firenze Medicea (presieduto da Francesca Maria Coltelli Di Lollo). Tra i presenti anche Alessandra Colcelli, past President nazionale di Inner Wheel Italia e Nicoletta Tinti, Donna Inner Wheel Toscana del 2018. «La scelta di premiare Patrizia Rossi Ferrini – ricorda Elisabeth Paoletti Bucher presidente della Commissione del Premio Donna Inner Wheel Toscana – è stata decisa all’unanimità nonostante le numerose candidature pervenute».

COME DIVENTARE VOLONTARIO AVO

Sono circa 500 i volontari dell’Avo a Firenze, tra cui molti giovani, che operano nei maggiori ospedali cittadini, ma anche in strutture di lungodegenza come Montedomini. Dopo un iter formativo, viene loro richiesto di dedicare almeno tre ore alla settimana a questa benemerita attività, totalmente gratuita. In pratica una mattinata o un pomeriggio, purché naturalmente coordinati e non sporadici, della serie: quando ho tempo ci vado.

«Quando abbiamo cominciato nel 1980 – ricorda la signora Rossi Ferrini – eravamo visti con una certa diffidenza. Tra i primi a capire l’opportunità della nostra presenza e a chiamarci nel suo reparto fu il professor Francesco Di Lollo, allora primario di Medicina Generale a Careggi. Oggi le cose sono molto cambiate e le richieste di un nostro ausilio aumenta sempre di più da parte delle strutture ospedaliere. Per questo vorrei che il premio Inner Wheel costituisca anche un appello per favorire l’ingresso di nuovi volontari ospedalieri di cui c’è sempre più bisogno».

Si potrebbe chiamare «Volontariato obbligatorio», quasi un ossimoro, conclude sorridendo la signora Patrizia: «Aiuta gli altri ma ci obbliga anche a vedere la nostra vita con occhi diversi. In una parola ci fa crescere tutti».

 

PER SAPERNE DI PIÙ :

 

CRONOLOGIA DEL PREMIO DONNA INNER WHEEL TOSCANA

Il Premio Donna Inner Wheel Toscana, istituito nel 1997, è rivolto alle eccellenze femminili della Toscana che si sono distinte nel mondo culturale, artistico, letterario e scientifico, nella ricerca, nelle professioni, nelle imprese e nello sport. Questa la cronologia delle premiate

  • 1997 – Ghita Vogel per l’impegno nel recupero degli ex detenuti
  • 1998 – Dacia Maraini, scrittrice
  • 1999 – Zaira Conti per la lotta alla droga
  • 2000 – Andreina Sodi, medico chirurgo e scrittrice
  • 2001 – Anna Maria Maetze, sovrintendente Belle Arti di Arezzo
  • 2002 – Franca Caporali Vaglio, tenente Corpo Militare Cri
  • 2003 – Vincenzina Bruni, medico chirurgo ginecologa
  • 2004 – Pinuccia Musumeci, fondatrice «Io sempre donna»
  • 2005 – Elena Salvini Pierallini, artista del ricamo
  • 2006 – Maria Tipo, pianista
  • 2007 – Cinzia TH Torrini, regista cinematografica
  • 2008 – Luisa Brandi, medico chirurgo endocrinologo
  • 2009 – Doris Hajistilianou, medico oculista
  • 2010 – Ilaria Occhini, attrice
  • 2011 – Gaia Checcucci, Autorità di bacino del fiume Arno
  • 2012 – Alice Brunacci, olimpionica kiteboarding
  • 2013 – Donatella Cinelli Colombini, imprenditrice della prima cantina vinicola al femminile
  • 2014 – Teresita Mazzei, medico oncologo
  • 2015 – Antonietta Fiorillo. Magistrato
  • 2016 – Barbara Bertocci, imprenditrice
  • 2017 – Claudia Manfredi, ricercatrice
  • 2018 – Nicoletta Tinti, ingegnere, atleta paraplegica e danzatrice
  • 2019 – Patrizia Rossi Ferrini, volontariato e imprenditrice

 

FOTOGALLERY

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

 

 

Tags: ,

Sandro Addario

Sandro Addario

Commenti (1)

  • Avatar

    Anna Maria Di Ruberto

    |

    Salve, sono anch’io una volontaria AVO-Alghero, mi impegno anche nel Direttivo col ruolo di segretaria. Mi complimento con tutti voi e farò mio il vostro “motto”: Volontariato obbligatorio, perché se non rivedessimo contemporaneamente la nostra vita non sarebbe AVO. Buon proseguimento.

    Reply

Lascia un commento

Logo Osservatore

Osservatore Libero

Oltre la Cronaca. News, report e commenti
Chi siamo

Seguici su:

Collegati

Privacy Policy

Previsioni Meteo a cura dell’Aeronautica Militare