Funerali a Livorno il 4 febbraio per il poliziotto Fabio Baratella

Il Dalai Lama stringe la mano al poliziotto Fabio Baratella durante una visita in Toscana

Il Dalai Lama stringe la mano al poliziotto Fabio Baratella durante una visita in Toscana

LIVORNO – Si svolgono lunedì 4 febbraio a Livorno i solenni funerali di Fabio Baratella, l’Assistente capo coordinatore della Polizia Stradale morto in un tragico incidente mercoledì 30 gennaio. La cerimonia funebre è prevista nel Duomo di Livorno alle ore 11. Dopo l’autopsia disposta dalla magistratura, è stato dato il nulla osta per la riconsegna della salma ai familiari.

I funerali saranno officiati dal vescovo di Livorno monsignor Simone Giusti e concelebrati dal cappellano provinciale della Polizia di Stato don Placido Bevinetto. Dei vertici della Polizia è confermata la presenza del Capo della Polizia Franco Gabrielli, del Direttore centrale delle Specialità Prefetto Roberto Sgalla e del Direttore del Servizio Polizia Stradale Giovanni Busacca. Saranno accolti dal questore di Livorno Gianfranco Tomao e dal comandante del Compartimento della Polizia Stradale della Toscana Paolo Pomponio. 

La salma dell’Assistente capo coordinatore Fabio Baratella sarà esposta nel Duomo di Livorno a partire dalle 8,15, dove si raccoglieranno tanti colleghi del poliziotto arrivati anche da fuori città per un estremo saluto all’amico e collega scomparso.

ANCORA GRAVE IL COLLEGA GINO GABRIELLI

Sono ancora gravi ma stabili le condizioni del capo pattuglia, vice ispettore Gino Gabrielli, ricoverato in prognosi riservata presso l’ospedale di Cisanello a Pisa. Si trovava a fianco del collega Baratella nell’autovettura della Polstrada, finita contro un camion in via Leonardo da Vinci, nella zona del porto di Livorno, in un maxi incidente che ha coinvolto altre due vetture.

Baratella era uno «stradalino» molto esperto e da oltre 30 anni alla guida dei automezzi della Polizia di Stato. Ha incontrato la morte a poco tempo ormai dalla pensione. Lascia i genitori, un figlio di 20 anni, la sorella e la compagna.

L’INCIDENTE

Sulla dinamica dell’incidente sono ancora in corso le indagini affidate dalla magistratura alla Polizia Municipale di Livorno. Tutto è successo verso la fine del turno pomeridiano di servizio della pattuglia della Polstrada, che in quel momento non stava procedendo in modalità di emergenza, con sirene e lampeggianti attivati. Un tranquillo percorso di pattugliamento stradale, come tanti altri.

Il Capo della Polizia, prefetto Franco Gabrielli, ha subito espresso via Twitter «profondo cordoglio ai familiari dell’assistente capo Fabio Baratella» aggiungendo di seguire «con partecipazione l’evolversi condizioni salute dell’ispettore Gino Gabrielli e delle altre persone coinvolte».

 

L'automezzo della Stradale dove ha perso la vita il poliziotto Fabio Baratelli a Livorno

L’automezzo della Polizia Stradale dove ha perso la vita il poliziotto Fabio Baratelli a Livorno

 

Tags:

Sandro Addario

Sandro Addario

Lascia un commento

Logo Osservatore

Osservatore Libero

Oltre la Cronaca. News, report e commenti
Chi siamo

Seguici su:

Collegati

Privacy Policy

Previsioni Meteo a cura dell’Aeronautica Militare