Cortona, il neo sindaco Meoni (Lega) ai nastri di partenza

Luciano Meoni (Lega) neo sindaco di Cortona (Ar)
Luciano Meoni (Lega) neo sindaco di Cortona (Ar) alla prima seduta del Consiglio comunale

CORTONA (Ar) – «La nostra squadra si chiama Comune di Cortona. Le distinzioni politiche le lasciamo da parte. Il nostro obiettivo è il rapporto con l’intera cittadinanza, senza pensare a chi ci ha votato o no». Così il neo sindaco di Cortona, Luciano Meoni, apre il consiglio comunale del 29 giugno. «Oggi era il compleanno del mio babbo» commenta non senza emozione Meoni, da tanti anni consigliere d’opposizione e oggi primo sindaco di centrodestra a Cortona dopo 73 anni di governo della sinistra.

La giunta e le deleghe

Il sindaco, indossata la fascia tricolore, pronuncia la formula del giuramento e aggiunge che la nuova amministrazione sarà «trasparente ed aperta». «Come promesso – ricorda – il comune sarà aperto anche il sabato, con tutti gli assessori a disposizione dei cittadini». Presenta quindi i componenti della Giunta. Francesco Attesti, vicesindaco e assessore alla cultura e turismo («una delle priorità dell’amministrazione»), Silvia Spensierati (sanità, trasporti e sport), Paolo Rossi (ambiente, agricoltura, caccia, attività produttive), Alessandro Storchi (personale, polizia municipale, protezione civile, Valeria Di Berardino (sociale, politiche giovanili e abitative, pari opportunità). Alcune deleghe – annuncia il sindaco Meoni – sono state affidate anche a consiglieri della maggioranza. A Isolina Maria Forconi i matrimoni e i rapporti istituzionali, a Luca Ghezzi il centro storico, Santino Turchetti e Giovanni Luca Baldetti i rapporti con le frazioni.

Sui banchi della minoranza 6 consiglieri guidati dal capogruppo Andrea Bernardini, assessore uscente Pd all’ambiente, che promette «opposizione serrata ma rispettosa». Dalla maggioranza gli risponde ironicamente – tra gli applausi della sala – il consigliere Alberto Milani (Fi), 19 anni di opposizione in consiglio comunale, che assicura: «mi batterò perché non abbiate lo stesso trattamento che avete riservato all’opposizione in oltre 70 anni di governo».

La seduta inaugurale del consiglio comunale 2019-2024, presieduto da Nicola Carini, si conclude con gli inni d’Italia e d’Europa. Non prima che il sindaco Meoni abbia raccomandato al gran numero di cittadini che gremiscono la sala consiliare: «Venite sempre al Consiglio comunale, è un diritto di tutti».

Foto del Consiglio Comunale

Tags: ,

Sandro Addario

Sandro Addario

Lascia un commento

Logo Osservatore

Osservatore Libero

Oltre la Cronaca. News, report e commenti
Chi siamo

Seguici su:

Collegati

Privacy Policy

Previsioni Meteo a cura dell’Aeronautica Militare