Scudi di San Martino 2019: tante emozioni alla consegna dei premi (Foto)

La madre del Vigile del Fuoco Stefano Colasanti riceve lo Scudo di San Martino 2019
alla memoria del figlio

FIRENZE – Stefano Colasanti aveva solo 50 anni. Era un vigile del fuoco rimasto vittima nel dicembre 2018 dell’esplosione di una cisterna di gas nei pressi di una stazione di servizio, dove stava transitando per altri motivi d’ufficio non operativi. Ma un vigile del fuoco si ferma sempre quando c’è da prestare soccorso. È il primo ad avvisare la centrale operativa del 115. Poi l’onda d’urto dell’esplosione non gli lascia scampo. 

Il ricordo del suo eroico gesto è stato il momento più sentito della consegna degli Scudi di San Martino 2019, che si è svolta sabato 16 novembre nel Salone de’ Cinquecento di Palazzo Vecchio a Firenze. Accanto alla madre Finalba Gianni, la figlia Benedetta e il fratello Claudio (Sovrintendente Polizia di Stato) c’era idealmente tutto il Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco, presente anche con la banda diretta dal maestro Donato Di Martile, arrivata per l’occasione da Roma. 

Un calco dello Scudo di San Martino

La cerimonia

Grande emozione durante tutta l’edizione numero 36 degli Scudi di San Martino, l’iniziativa partita nel 1984 e che ogni anno assegna un riconoscimento simbolico ma significativo a quanti si sono prodigati in opere di altruismo e solidarietà umana. 

Aperta dal presidente dell’Istituto Scudi di San Martino Roberto Lupi, la cerimonia ha visto la partecipazione delle massime autorità cittadine. Al tavolo della presidenza si sono succeduti negli interventi la vice sindaco Cristina Giachi in rappresentanza della città di Firenze, il presidente del Consiglio Regionale della Toscana Eugenio Giani, il presidente della Corte d’Appello Margherita Cassano (quest’anno anche nel ruolo di presidente della commissione di conferimento dei riconoscimenti), il questore Armando Nanei, il generale Pietro Tornabene comandante dell’Istituto Geografico Militare e del Presidio territoriale. Tra i presenti l’ambasciatore di Lituania in Italia Ričardas Šlepavičius accompagnato dal console onorario a Firenze Enrico Palasciano e la vice prefetto Annalisa Oliva, in rappresentanza del prefetto Laura Lega

Unanime il plauso per le coraggiose azioni svolte dai premiati, che devono meritare la conoscenza e l’apprezzamento da parte di tutta la comunità. Tutto nell’esempio proprio di San Martino, santo non martire, il soldato imperiale romano del IV secolo dopo Cristo, che durante un turno di guardia cedette metà del proprio mantello ad un mendicante per ripararlo dal freddo. «Agì prontamente per soccorrere una persona, senza pensare alle conseguenze – è stato ricordato – come fa ogni giorno chi indossa una divisa».  

Complessivamente sono 13 i riconoscimenti assegnati in questa 36ª edizione degli Scudi di San Martino: 3 scudi d’argento, 3 scudi di bronzo, 7 diplomi di benemerenza. Nel corso della cerimonia il “calco”, dal quale ogni anno sono forgiati gli scudi, è stato simbolicamente passato in consegna dalla Chancellerie des Universités de Paris alla Scuola Superiore di Magistratura che ha sede nella Villa di Castel Pulci a Scandicci. Consegnato anche dal professor Luigi Bellini un attestato di stima dell’Istituto Scudi di San Martino all’artista lituano Sigitas Staniunas, autore di un dipinto che raffigura San Martino donato all’Istituto. 

Foto di gruppo al termine della 36ª edizione degli Scudi di San Martino

I nomi dei premiati

Scudi d’argento: 

  • Vigile del fuoco Stefano Colasanti (alla memoria)
  • Commissario Polizia di Stato (in quiescenza) Mario Borredon  e Federico Muti (Isola d’Elba)
  • Agente Polizia Penitenziaria Massimo Rupe (Grosseto)

Scudi di bronzo:

  • Comunità di Tula (Sassari)
  • Assistente Capo Riccardo Muci, Agenti Emmanuele Cascella, Giacomo Chiriatti , Luca Mezzogori (Polizia di Stato)
  • Caporal Maggiore Scelto Vitale Sossio (Esercito)

Diplomi di Benemerenza:

  • Francesca Dell’Aria (Firenze)
  • Weihua Ma – One Foundation (Repubblica Popolare Cinese)
  • Gastone Carletti (Castagneto Carducci – Li)
  • Guardiamarina Giuseppe Ricevuto (Marina Militare)
  • Edita Pučinskaité (Repubblica di Lituania)
  • Luogotenente Gilberto Nardon (Aeronautica Militare)
  • Appuntato Scelto Daniele Pigliacelli (Guardia di Finanza)

QUI TUTTE LE MOTIVAZIONI 

GALLERIA FOTO (56 IMMAGINI)

.

Tags: ,

Sandro Addario

Sandro Addario

Lascia un commento

Logo Osservatore

Osservatore Libero

Oltre la Cronaca. News, report e commenti
Chi siamo

Seguici su:

Collegati

Privacy Policy

Previsioni Meteo a cura dell’Aeronautica Militare