Corte dei Conti: 150 anni fa la prima verifica del bilancio dello Stato

Il presidente della Corte dei Conti Angelo Buscema al convegno di Firenze
Il presidente della Corte dei Conti Angelo Buscema è intervenuto al convegno di Firenze

FIRENZE – Risale a 150 anni la prima «verifica» dei conti pubblici italiani. Una storia della tutela del bilancio quale bene pubblico. Un convegno rievocativo di quella che fu la «prima parifica del Rendiconto generale dello Stato» si è svolta a Firenze per iniziativa della Corte dei Conti. Fu proprio il 19 febbraio 1870 che a Firenze, ancora per poco capitale d’Italia, si tenne l’ «Adunanza della Corte dei Conti a sezioni unite», come testimoniato da un prezioso manoscritto a firma dell’allora Segretario Generale Leoni, che esaminava i conti del neo Regno d’Italia dal 1862 al 1867. 

La cerimonia del 150° anniversario, ospitata nel Salone Carlo VIII di Palazzo Medici Riccardi a Firenze, è stata introdotta e presieduta dal Presidente della Corte dei conti Angelo Buscema. Con lui, tra gli altri, Cristina Zuccheretti presidente della Sezione regionale di controllo per la Toscana, il prefetto di Firenze Laura Lega, il presidente del Consiglio Regionale Eugenio Giani, il sindaco di Firenze Dario Nardella. Lavori articolati in due sessioni: la prima dedicata a «Firenze capitale, il contesto politico amministrativo post-unitario ed il ruolo della Corte dei conti», la seconda su «L’evoluzione della contabilità pubblica, dei controlli e del giudizio di parifica». Presenti anche una rappresentanza di studenti fiorentini, composta da allievi della 4C del liceo scientifico Leonardo da Vinci. 

Numerosi gli interventi programmati. Cosimo Ceccuti (Presidente della Fondazione Spadolini); Bernardo Sordi (Professore ordinario di Storia del diritto medievale e moderno dell’Università degli studi di Firenze), Luciano Cimbolini (Dirigente Servizi ispettivi di finanza pubblica della Ragioneria generale dello Stato), Bernardo Giorgio Mattarella (Professore ordinario di Diritto amministrativo della LUISS “Guido Carli” di Roma) e Carlo Chiappinelli (Presidente della Sezione centrale controllo gestione delle amministrazioni dello Stato). Conclusioni di Aldo Carosi, Vice Presidente della Corte costituzionale.

«L’attività relativa alla ‘parificazione del rendiconto’ – si legge in una nota – rappresenta l’attribuzione più tradizionale ed antica della Corte dei conti». Scopo del convegno è stato «rievocare il contesto politico amministrativo post-unitario ed il ruolo della magistratura contabile, soffermandosi su evoluzione della contabilità pubblica e importanza del giudizio di parifica, oggi esteso anche ai rendiconti delle Regioni». 

GALLERIA FOTO

Sandro Addario

Sandro Addario

Lascia un commento

Logo Osservatore

Osservatore Libero

Oltre la Cronaca. News, report e commenti
Chi siamo

Seguici su:

Collegati

Privacy Policy

Previsioni Meteo a cura dell’Aeronautica Militare